Federico Gordini: Milano Wine Week 2020 ci sarà… ma con la mascherina

Federico Gordini: Milano Wine Week 2020 ci sarà… ma con la mascherina

La Milano Wine Week è il primo evento internazionale di quest’anno dedicato al vino. Ed è un evento che non andava rinviato perché c’è veramente bisogno di dare l’avvio alla stagione della ripartenza dopo i tragici mesi che hanno stravolto programmi, progetti, modo di vivere di tutti.

In sintesi, dice Federico Gordini, presentando il programma che dal 3 all’11 ottobre prossimi trasformerà Milano in capitale mondiale del vino, visto che per la prima volta sarà fruibile anche digitalmente da tutto il mondo oltre ad essere collegata in rete con 7 città (New York, San Francisco, Miami, Toronto, Shenzhen, Shangai e Mosca) con eventi in contemporanea per raggiungere i più importanti mercati di riferimento del mondo del vino.

Federico Gordini, presidente Milano Food Week

A questo punto appare più che appropriata la battuta “quando le difficoltà offrono opportunità a cui non si era mai pensato prima”. Tant’è vero, ha sottolineato Gordini “che la Milano Wine Week 2020 è il frutto di un grande lavoro di cambiamento, di innovazione e di messa in discussione che, in questi mesi, ha coinvolto il nostro team, i nostri partner e le aziende e i Consorzi che ci sostengono. Il risultato sarà una manifestazione totalmente adeguata ai nuovi scenari, con delle ovvie differenze rispetto al passato, ma ricca di novità che le permetteranno di crescere anche questa volta, dando vita ad un evento ancora più grande, importante e internazionale, sia pur nel rispetto delle rigide normative imposte dall’emergenza sanitaria”.

E, poi, la manifestazione non poteva essere rinviata; andava fatta perché, ha detto l’organizzatore “è necessario sostenere il mondo del vino, supportare uno dei settori più colpiti dalla pandemia come la ristorazione e la mescita che restano sempre i maggiori veicoli di consumo del vino; per aiutare un altro settore di cui si parla poco ma è molto importante, come quello degli eventi, che il Covid ha praticamente azzerato, lasciando senza lavoro oltre 100.000 persone tra organizzatori, addetti alle pubbliche relazioni, chef e camerieri, hostess, allestitori e locali specializzati ad ospitare eventi, cerimonie e matrimoni. Sono situazioni drammatiche che non possiamo trascurare e, per questo, abbiamo pensato di come fare per non rinviare tutto al 2021.

E, ci siamo riusciti. E, crediamo che a fine manifestazione chiuderemo il bilancio con risultati superiori a quelli dell’anno scorso e, contestualmente, di rafforzare il ruolo del capoluogo lombardo come hub per la promozione della cultura del vino a livello internazionale”.

 

Questa è anche l’aspettativa di Roberta Guaineri, assessore al turismo del comune di Milano che ha sottolineato come l’amministrazione comunale ha accolto con entusiasmo la scelta di Gordini di realizzare la manifestazione anche quest’anno davvero particolare; sottolineando che è “una sfida importante perché è fondamentale accendere nuovamente i riflettori sulle eccedenze dei nostri territori e su un settore, quello del vino, che vede l’Italia ai primi posti al mondo oltre che sostenere la filiera della ristorazione e dell’accoglienza che ha portato Milano ad essere una delle mete più ambite a livello internazionale”.

E, a proposito di vino, va registrata la presenza di Ernesto Abbona, presidente dell’Unione Italiana Vini, alla presentazione dell’evento che ha pure detto “siamo lieti di partecipare alla Milano Wine Week come nuovo partner istituzionale.

Ringrazio Gordini per aver voluto progettare con noi un momento di alto confronto istituzionale con la filiera sui temi della promozione e internazionalizzazione nel corso della giornata inaugurale che apporterà nuovi contenuti alla manifestazione, aggiungendosi al Wine Generation Forum che prosegue, con la nostra associazione giovanile AGIVI, il suo percorso di successo.

A ottobre avremo appena concluso una vendemmia iniziata sotto i migliori auspici, di buona qualità, con punte di eccellenza lungo tutto il Paese, e la Milano Wine Week sarà idealmente l’evento della ripartenza del vino italiano nel mondo. La formula
promozionale digitale, infatti, rappresenterà uno strumento di rilancio importante per il riposizionamento sui mercati internazionali dopo le difficoltà causate dall’emergenza sanitaria”.

Altre partnership istituzionali sono quelle di Confagricoltura con il presidente Massimilano Giansanti che ha evidenziato come la manifestazione milanese offre la possibilità di visibilità e business a molte aziende dell’Italia del vino specialmente quest’anno che sono venute meno quasi tutte le occasioni di promozione per il simbolo del made in Italy nel mondo”. Tant’è vero che “i Consorzi di tutela e le aziende vitivinicole sono state costrette a rinunciare alle iniziative pianificate e a rimodulare velocemente i programmi promozionali nei vari mercati chiave, con l’intento di non vanificare gli sforzi compiuti negli anni nel comunicare l’eccellenza del patrimonio enologico nazionale e di non disperdere importanti risorse economiche”, ha detto Riccardo Ricci Curbastro, presidente di Federdoc, altra partnership istituzionale della Milano Wine Week, insieme a Confcommercio Milano, Fipe, Epam, Coldiretti e Regione Lombardia, presente alla presentazione della manifestazione, con un video messaggio dell’assessore all’agricoltura Fabio Rolfi che ha parlato di Milano come “luogo ideale per un grande evento internazionale del vino, essendo la città vetrina dell’Italia nel mondo”.

Notevole, poi, il cartellone degli appuntamenti tra eventi fisici che saranno fruibili sia dal vivo sia digitalmente tramite l’innovativa piattaforma Digital Wine Fair, la prima mai realizzata nel settore vinicolo, grazie alla quale professionisti e buyer internazionali potranno collegarsi in diretta da ogni parte del mondo per partecipare alle varie iniziative in palinsesto stando comodamente seduti di fronte al proprio laptop. Il tutto, a beneficio delle cantine e dei consorzi partecipanti che, abbattendo i confini fisici, potranno raggiungere e interagire con un pubblico business più ampio, vedendo moltiplicate le occasioni di contatto e scambio commerciale.

Una novità assoluta per il mondo del vino saranno i Tasting Internazionali, ovvero degustazioni esclusive – quasi 50 gli appuntamenti in calendario – rivolte ai buyer e alla stampa in collegamento digitale con pubblico fisico che sarà in parte nell’headquarter milanese di Palazzo Bovara e in parte in una delle 7 sedi estere della Milano Wine Week 2020.

Nonché la possibilità, per tutte le aziende partecipanti, di disporre di stand virtuali in una vera e propria fiera digitale internazionale che nasce per abbattere le distanze tra produttori e operatori della filiera per mezzo di un innovativo strumento che favorisce l’incontro tra domanda e offerta.

Fruibili da remoto, in streaming o on demand, saranno anche i tre grandi momenti di formazione e networking organizzati in occasione della Milano Wine Week 2020: la terza edizione del Wine Business Forum (6 ottobre), realizzato in partnership con BS-Strategies e coordinato da Silvana Ballotta, che si concentrerà sull’internazionalizzazione in alcuni dei principali mercati dell’export vinicolo italiano, cui si affiancherà il nuovo Shaping Wine (8 ottobre), realizzato in partnership con SDA Bocconi, un momento di riflessione sui trend innovativi e sull’evoluzione degli spazi fisici e virtuali del retail del mondo del vino, e la seconda edizione del Wine Generation Forum (9 ottobre), realizzato in collaborazione con AGIVI (Associazione dei Giovani Imprenditori Vinicoli Italiani) in lingua inglese, dedicato ai “millennials” che lavorano nel settore vinicolo.

E, poi, ci saranno gli ormai consolidati Wine District, veri e propri sodalizi tra un quartiere cittadino, con il suo circuito di bar, ristoranti ed enoteche, e un Consorzio di tutela. Per l’intera settimana in cui il quartiere sarà totalmente brandizzato con la livrea del Consorzio, sarà possibile partecipare a eventi speciali (aperitivi, cene, degustazioni), attivati in occasione della MWW, nei locali aderenti all’iniziativa. E, infine, una serie di appuntamenti organizzati dalle aziende partecipanti.

Maria Michele Pizzillo

Redazione Newsfood.com

 

Vedi anche:

  • CORONAVIRUS E VINO – Strategia e consumi, intervista a Comolli

    CORONAVIRUS E VINO – Strategia e consumi, intervista a Comolli

    19 APRILE 2020

    17 aprile 2020   CORONAVIRUS E IMPATTO STRATEGICO GENERALE SU VINO E CONSUMI Intervista a Giampietro Comolli Cosa si può fare per il vino italiano (e altri grandi prodotti made in Italy); cosa si aspettano gli imprenditori dell’agroalimentare … Leggi tutto

  • 11 #POSTCORONAVIRUS: AGRICOLTURA VITE E VINO, by Comolli

    11 #POSTCORONAVIRUS: AGRICOLTURA VITE E VINO, by Comolli

    8 APRILE 2020

    UNDICESIMA PUNTATA AGGIORNATA SUL POST CORONAVIRUS Data: 7 aprile 2020 #postcoronavirus (11) … AGRICOLTURA VITE E VINO, by Giampietro Comolli #postcoronavirus (11) #postcoronavirus Il mondo agricolo e il mondo del vino difronte al … Leggi tutto

  • Vino Italiano post Coronavirus – Amarcord in vigna e in cantina by Giampietro Comolli

    Vino Italiano post Coronavirus – Amarcord in vigna e in cantina by Giampietro Comolli

    28 MARZO 2020

    IL VINO ITALIANO – TORNIAMO ALLA VIGNA – PROBLEMA GIACENZE E DISTILLAZIONE 28 marzo 2020 #coronavirus e il vino Il vino è prodotto essenziale. Il vino trattato da anni come bancomat. Ritorniamo a … Leggi tutto

  • COSA FARE E COME PER IL MONDO DEL VINO DOPO COVID 19

    COSA FARE E COME PER IL MONDO DEL VINO DOPO COVID 19

    19 SETTEMBRE 2020

    Newsfood.com, 19 settembre 2020   COSA FARE E COME PER IL MONDO DEL VINO DOPO COVID 19 enoindustria nello scenario post pandemia DAL GENERALE AL PARTICOLARE. IL PAESE ITALIA DEVE PUNTARE SU ASSET PRECISI. IL MONDO DEL VINO HA UNA SUA STRATEGIA … Leggi tutto

  • RISTORAZIONE E VINO POST CORONAVIRUS, CONSUMO CONSAPEVOLE E NUOVI RAPPORTI FRA IMPRESE E PRODOTTI

    RISTORAZIONE E VINO POST CORONAVIRUS, CONSUMO CONSAPEVOLE E NUOVI RAPPORTI FRA IMPRESE E PRODOTTI

    17 SETTEMBRE 2020

    POST CORONAVIRUS… RIVOLUZIONE NEL MONDO DELLA RISTORAZIONE E DEL VINO CHE FARE? RISTORAZIONE E VINO, CONSUMO CONSAPEVOLE E NUOVI RAPPORTI FRA IMPRESE E PRODOTTI Occorre un nuovo modello di approccio e di condivisione. Il prezzo di acquisto e al consumo è fondamentale oggi, … Leggi tutto

  • Spumanti italiani – target e consumi nazionali in epoca di coronavirus

    Spumanti italiani – target e consumi nazionali in epoca di coronavirus

    22 AGOSTO 2020

    Spumanti italiani – target e consumi nazionali in epoca di coronavirus Dati forniti da Giampietro Comolli, Osservatorio economico vini Ovse-Ceves 22 agosto 2020 In epoca Covid un calice di vino ha salvato la socializzazione fra le mura domestiche … Leggi tutto

  • Da rapporto qualità-prezzo a rapporto identità-valore by Giampietro Comolli

    Da rapporto qualità-prezzo a rapporto identità-valore by Giampietro Comolli

    2 AGOSTO 2020

    Da rapporto qualità-prezzo a rapporto identità-valore PERCHE’ SAREBBE OBBLIGATORIO UN CAMBIO DI MENTALITA’ ANCHE NEGLI ACQUISTI POST COVID 1 agosto 2020 IL RAPPORTO QUALITA’/PREZZO RIDUCE IL PREGIO DI OGNI PRODOTTO ENOALIMENTARE IL CIBO E’ CULTURA, NON SOLO UN PRODOTTO DA … Leggi tutto

  • Esportare Vino italiano post Covid 19: cosa funziona e cosa bisognerebbe fare

    Esportare Vino italiano post Covid 19: cosa funziona e cosa bisognerebbe fare

    26 LUGLIO 2020

    Futuro del mercato e consumo vino italiano – cosa funziona e di cosa c’è urgente bisogno – 26 luglio 2020 Il vino italiano nel mondo Online… non è così semplice. Il vino ha bisogno di … Leggi tutto

  • VENDEMMIA VERDE 2020 – DECRETO RILANCIO GOVERNO CONTE by Comolli

    VENDEMMIA VERDE 2020 – DECRETO RILANCIO GOVERNO CONTE by Comolli

    8 LUGLIO 2020

    VENDEMMIA VERDE 2020 – DECRETO RILANCIO GOVERNO CONTE CONCEPISCE UN SOSTEGNO PER EQUILIBRARE PRODUZIONE E CONSUMI POST COVID 19. – L’AVV. DIEGO MAGGIO, DA 35 ANNI ESPERTO LEGALE DEL SETTORE VITIVINICOLO ITALIANO, RILEVA E RIMEDIA A DISECONOMIA TESTUALE Il decreto legge … Leggi tutto

  • Eparina e flavonoidi, Resveratrolo – Ricerca Italiana al lavoro…by Comolli

    Eparina e flavonoidi, Resveratrolo – Ricerca Italiana al lavoro…by Comolli

    14 APRILE 2020

    13 #POSTCORONAVIRUS: TREDICESIMA PUNTATA AGGIORNATA SUL POST CORONAVIRUS Data: 13 aprile 2020 #postcoronavirus (11)… Eparina e flavonoidi, Ricerca Italiana al lavoro by Giampietro Comolli #postcoronavirus (13) #postcoronavirus – RICERCA ITALIANA AL LAVORO- IMPORTANTE E’ ARRIVARE PRIMA POSSIBILE … Leggi tutto

  • #postcoronavirus x PAC-DE CASTRO – commento

    #postcoronavirus x PAC-DE CASTRO – commento

    8 APRILE 2020

    NEWSFOOD #postcoronavirus x PAC-DE CASTRO (Comunicato stampa  Informatore Agrario) commento di Giampietro Comolli (foto archivio Newsfood.com) Data: 8 aprile 2020 “Cambi” in linea non servono … Leggi tutto

  • 4 #POSTCORONAVIRUS: in casa almeno fino a Pasqua by Comolli

    4 #POSTCORONAVIRUS: in casa almeno fino a Pasqua by Comolli

    2 APRILE 2020

    QUARTA PUNTATA AGGIORNATA SUL POST CORONAVIRUS Data: 2 aprile 2020 #postcoronavirus (4) … in casa almeno fino a Pasqua Continuiamo a stare in casa almeno fino a dopo SS Pasqua. Genitori dedicate tempo ai giochi dei … Leggi tutto

  • 3 #POSTCORONAVIRUS: economia, impresa, politica by Comolli

    3 #POSTCORONAVIRUS: economia, impresa, politica by Comolli

    1 APRILE 2020

    TERZA PUNTATA AGGIORNATA SUL POST CORONAVIRUS Data: 1 aprile 2020 #postcoronavirus (3) Continuiamo a stare in casa almeno fino a dopo SS Pasqua. Genitori dedicate tempo ai giochi dei bambini in casa. Niente alibi e … Leggi tutto

  • 1 #POSTCORONAVIRUS: RIFLESSIONE SU UNA PROPOSTA DI ECONOMIA DOMESTICA-NAZIONALE

    1 #POSTCORONAVIRUS: RIFLESSIONE SU UNA PROPOSTA DI ECONOMIA DOMESTICA-NAZIONALE

    1 APRILE 2020

    Prima riflessione su #postcoronavirus (1)… Francia, Italia e Spagna finalmente uniti!   1 aprile 2020 – Quale proposta progetto socio-economico possiamo immaginare. Quale politica e partito politico è in grado di realizzarlo. L’Europa rischia molto. Conte non deve mollare: Francia Italia … Leggi tutto

  • VINITALY 2021 NUOVA VERSIONE – Vino-Italy©® ecco il brand post coronavirus

    VINITALY 2021 NUOVA VERSIONE – Vino-Italy©® ecco il brand post coronavirus

    24 MARZO 2020

    Verona, 24 marzo 2020 VINITALY 2021 NUOVA VERSIONE Vino-Italy©® ecco il brand post coronavirus Vino-Italy©® ecco il brand post coronavirus per il vino italiano nel mondo. Il Governo dichiari “… Leggi tutto

  • COSA FARE REALMENTE PER IL VINO ITALIANO – COSA VOGLIONO GLI IMPRENDITORI

    COSA FARE REALMENTE PER IL VINO ITALIANO – COSA VOGLIONO GLI IMPRENDITORI

    21 MARZO 2020

    21 marzo 2020 #coronavirus COSA FARE REALMENTE PER IL VINO ITALIANO – COSA VOGLIONO GLI IMPRENDITORI DEL VINO   #coronavirus Vino-Italy asset integrato nazionale unito-insieme Dibattito fra imprenditori, ascolto e analisi, visione e realtà. Ovse-Ceves in … Leggi tutto

Leggi Anche
Scrivi un commento