Crisi pandemica e crisi politica. Ma sono proprio così legate? Matteo Renzi, un irresponsabile oppure…

Crisi pandemica e crisi politica. Ma sono proprio così legate? Matteo Renzi, un irresponsabile oppure…

Crisi pandemica e crisi politica. Ma sono proprio così legate?

La situazione richiede ampia condivisione e partecipazione ben oltre simpatie e “ostrac…..ismi”.

 

di Giampietro Comolli

L’attaccamento allo scranno, a destra come a sinistra, è il vero danno agli italiani.   Non sono un commentatore politico, sono un ex politico della lontana prima repubblica, addirittura un Cristiano-Democratico e Democratico Cristiano.

Entrambi perché così si chiamava il centro studi e laboratorio politico co-fondato nel 1975 insieme a tante giovani leve della mia città, Piacenza che sta in Emilia ma non sempre è Emilia: matrice personale e di gruppo la visione di un paese e di una società che doveva basarsi non su ideologie o dogmi o principi ma su azioni e interventi prima di tutti sociali, democratici, liberali e cristiani (e basta) in ogni caso con mezzi e strumenti laici.

L’ ”OGGI” mi lascia esterrefatto, allibito difronte a quanto succede in politica… soprattutto nazionale perché la pandemia ha riportato davanti tutte le questioni relativi alla centralità di governo di uno Stato Unico, alla delega e alle funzioni comandate. Leggo con piacere e interesse i diversi commenti di amici e di persone che stimo non tanto perché “condivido tutto” quanto perché sono figure che sanno far riflettere, sanno proporre un propria posizione senza nessun “…ismo”! Leggo Manfellotto, Pasquino, Mauro ed altri anche con casacche diverse.

E’ facile dire che Biden in una settimana ha distrutto 4 anni di Trump e di “trampismo”, ma il modello Usa, a parte la Francia, nel mondo occidentale non c’è. Non parlo di potere individuale, non esiste proprio oggi il bisogno di un comandante solo al comando (da figlio di comandante partigiano vero), guardo ad un sistema, anche estremo, in cui non ci vuole più di un anno per fare una norma, parziale e raffazzonata, contro uno o più decreti oramai di 3 anni fa.

I fatti Usa determinano che anche la democrazia e le costituenti di Nazione hanno bisogno non solo di travagli quoditiani e periodici, ma di risposte, soluzioni, innovazioni, semplificazioni vere. Sono 10 anni che si parla di “sburocratizzare” e non è stato fatto nulla. Certe proposte, anche se opinabili da un punto di vista politico o di azione politica, non devono diventare buone o no-buone in Parlamento solo perché c’è un regolamento interno curato e sostenuto dai Questori ( e da tutti i partiti presenti)  un po’ barbino e perché la proposta viene non tanto da un avversario di partito, quanto  frutto di un “antagonismo” spinto interno alla stessa forza politica.

Questo poi determina e fa il paio con la nascita, appena eletti, di groppuscoli o gruppetti che si differenziano dal mandato elettore, seppur consentito dalla nostra Costituzione. Non credo neppure che una crisi politica come quella attuale necessiti di tutta questa retorica e questa prassi: la pandemia c’è per gli italiani ma dovrebbe esserci – in una ottica pro-attiva e non ossequiante – anche dal Quirinale fino ai partiti sanciti dalla Costituzione.

Gli italiani hanno perfettamente capito perché è stata fatta la crisi da Renzi, non sono scemi. Certo non capiscono perché in piena pandemia non si sono accolte, accettate, discusse e fatte alcune scelte politiche fondamentali. Si crede che elemosine e accontentini con il contagocce facciano dimenticare la pandemia e osannare qualche politico, garantendogli il posto in Parlamento?

Forse la riduzione del numero dei Parlamentari invece di portare a una riorganizzazione generale dello Stato centrale e periferico come Riforma Europea e non “riformismo” di facciata, ha creato paura e blocco mentale a chi è stato eletto e sa benissimo di non esserlo più se si va a votare con qualunque sistema elettorale che verrà proposto. Ah si, è vero, l’Italia ad ogni tornata elettorale deve modificare il sistema e la formula in base alle contingento % dei vari partiti che votano: quanti decenni sono che la Gran Bretagna- con tutti i danni fatti e da fare con la Brexit – va a votare con la stessa legge!

E’ vero ci sono solo 2 grandi partiti, ma credo che la democrazia, il rispetto della libertà individuale e collettiva, la civiltà e socialità di un paese e di un popolo si vedano anche da questo. Siamo troppo meridionali tutti da Sondrio in giù o siamo malati di “meridionalismo”.
Affermazione senza malizia e senza presunzione.

E’ vero che un Stato Unico deve avere una socialità economica e una condizione civile  più omogenea possibile, ma questo non passa come priorità attraverso l’ennesima carriola di miliardi, con lassismo e senza responsabilità, merito, strategia, infrastrutture, impegno, sanzioni, lotta alla corruzione, evasione ed altre note malattie.

Sono convinto che anche una legge elettorale fatta cum grano salis possa essere una leva e un supporto importante anche come medicina a certi atavici buchi neri, presumibilmente in aumento con la crisi economica. Quante volte abbiamo sentito parlare e scrivere di “discontuinismo” da parte di tutti i politici, da quanto tempo non leggiamo e sentiamo “cose di sinistra” vere, da tempo immemorabile è offensivo parlare di meritocrazia, di controllo dei processi, di responsabilità diretta, di diritti e doveri, di una giustizia al passo con gli altri paesi Europei.

C’è troppa “lana caprina” e “ sesso degli angeli” in Parlamento e in politica per giustificare o motivare qualunque tipo di voltagabbana o di scelte. Renzi, sicuramente figura spuria in una sinistra tradizionale e in un PD appiattito a tutto e a tutti, erano mesi che la menava su 4-5 cose importanti e fin dall’inizio molti giornalisti di ambito progressista si facevano portavoce di queste richieste di discussione fra il consiglio dei ministri e il parlamento.

Appena ha deciso di staccare la spina nessuno più ha riguardato l’elenco delle cose richieste, immediatamente tutti hanno puntato a scontri individuali come fosse una colpa da peccato originale, da distruttore del paese, da non responsabile… cercando subito altri costruttori e responsabili che non sono  neanche parte dell’area cosi detta progressista dell’emiciclo romano! Qualcosa non torna!

Con ciò non voglio dire che sono d’accordo al 100% con Renzi o con Zingaretti, semplicemente che se i temi sollevati dal fiorentino solo a maggio-giugno 2020 erano validi e giusti, perché ora sono un macigno di lesa maestà!

Agli italiani interessa tutt’altro: non diatribe fra senatori, neanche il voto di singoli grandi elettori, la governabilità è un discorso di addetti ai lavori. Le mancette accontentano chi ha una visione breve, chi non ha e non vuole responsabilità dirette, chi non investe nel paese, chi non fa crescita individuale, collettiva, sociale. Appare un ristoro passivo rispetto a chi ha bollette, stipendi da pagare.

L’alternativa può essere 12 mesi senza tasse e imposte, equità vera fra chi ha perso il lavoro e chi continua a percepire gli stessi emolumenti perché esenti dalla disoccupazione e con contratto unico, un blocco o abbattimento degli affitti a fronte delle tasse e imposte non pagate…  Punto.

Cose di sinistra: equità e omogeneità di condizioni sociali e civili, diritti e doveri per tutti non se ne sono visti. Agli italiani – vedere i sondaggi terzi di strutture non italiane ed europee a non iscritti a partiti – la “stretta a coorte” appare più come una autosalvezza politica ( e partitica per qualcuno)  piuttosto che il “bene degli italiani”. Vista la oscena situazione di siringhe e vaccini, di medici e infermieri, della scuola e autotrasporti con un commissario ad acta che mantiene tutte le funzioni, non si capisce come la assenza di un governo instabile, litigioso, incancrenito possa essere foriero di grandi risultati.

Inoltre la mia generazione, fra 65-75 anni, è ancora quella più fortunata, senza guerra, pieno boom, costo del petrolio, due blocchi del lavoro, tassi del 22% in banca, arretratezza tecnologica, rispetto a chi oggi ha dai 25 al 45 anni, precari, senza lavoro, eterni bambini, fuggiti all’estero, senza prospettive, con pensioni da fame a 70 anni.

Vogliamo anche affibbiare un debito del 170% del bilancio dello Stato con rischio “patrimoniale” indistinta lineare notturna sui beni che noi oggi lasciamo loro con tanti sacrifici mentre poche centinaia di famiglie di privilegiati se ne frega? Renzi mi può anche essere antagonista nel mio partito, può anche salire le scale retro del Nazzareno, può anche parlare un inglese-toscano, può anche aver tirato giù la saracinesca… ma non tutti e 62 ma almeno 20 temi posti sul tavolo del Governo-Conte2 sono sacrosanti, giusti, validi, fondamentali… senza dietrologia!

Ah interessante l’ultimo sondaggio italiano: solo il 2% degli italiani adulti ha letto almeno una volta il documento stilato da Renzi come causa del niet. E’ sempre bene informarsi di tutto, prima di parlare.

 

L’Italia ha 300 e passa mld/euro da spendere in 6 anni e da restituire fra minimo 25 anni: vogliamo pensare a ridurre il debito, a infrastrutture, a cose solide di lungo periodo? Bisogna andare alle elezioni politiche nazionali subito – ne sono contrario – ma se è l’unica soluzione per dare certezze alla Italian Next Generation, sono pronto subito.

Addirittura l’Europa chiede di fare investimenti e progetti che durano ben di più di un mandato elettorale italiano: formuliamo una soluzione da paese maturo, intelligente, guida come i nostri padri della Patria su cui tutti possono dae un contributo forte e sostanziale e lungimirante!

 

 

 

Giampietro Comolli
Newsfood.com
© Riproduzione Riservata

Giampietro Comolli

Giampietro Comolli
Economista Agronomo Enologo Giornalista
Libero Docente Distretti Produttivi-Turistici

Mob +393496575297

Editorialista Newsfood.com
Economia, Food&Beverage, Gusturismo
Curatore Rubrica Discovering in libertà
Curatore Rubrica Assaggi in libertà

Redazione Newsfood.com
Contatti

 

 

Vedi anche:

 

  • 2021: eppur si muove, tra pandemia, economia in agonia, politica (no comment)…, avanti con ottimismo!

    2021: eppur si muove, tra pandemia, economia in agonia, politica (no comment)…, avanti con ottimismo!

    2 GENNAIO 2021

    Pandemia e protezione andranno a braccetto? Come Europa, dopo Brexit e accordo 2018 Jefta con il Giappone, ci saranno nuove intese bilateali. Come difendere le Dop-Igp alimentari create in 40 anni di norme in Europa. Precauzione, sicurezza, verifiche, … Leggi tutto

  • I politicanti si azzuffano al capezzale dell’Italia in agonia… by Comolli

    I politicanti si azzuffano al capezzale dell’Italia in agonia… by Comolli

    31 DICEMBRE 2020

    Nota del direttore Sono in molti a pensare che  ormai da troppi anni la Politica non opera in favore del Popolo Italiano ma pensa solo agli interessi di partito e personali dei partecipanti al banchetto… La si potrebbe definire … Leggi tutto

  • PIERO BASSETTI: PANDEMIA, SPECCHIO DELLA CRISI DELLA DEMOCRAZIA

    PIERO BASSETTI: PANDEMIA, SPECCHIO DELLA CRISI DELLA DEMOCRAZIA

    19 NOVEMBRE 2020

    Osservatorio Metropolitano apre il nuovo ciclo di dibattiti BASSETTI: PANDEMIA, SPECCHIO DELLA CRISI DELLA DEMOCRAZIA COLOMBO CLERICI: MILANO GIANSENISTA E LA NUOVA TRASFORMAZIONE Il confucianesimo comunitario asiatico vince sull’occidente individualista: lo dimostra la fase attuale della pandemia che vede Covid-19 quasi scomparso in … Leggi tutto

  • Castelli in aria: politica e ristorazione a muso duro!

    Castelli in aria: politica e ristorazione a muso duro!

    20 LUGLIO 2020

    Nota del Direttore: Sono passati poco più di due secoli da quando Maria Antonietta, regina di Francia, si giocò la testa per aver detto una frase  infelice … “Se non hanno più pane, che mangino brioche”. … Leggi tutto

  • Coronavirus, questa mia Roma svuotata in tempi di pandemia

    Coronavirus, questa mia Roma svuotata in tempi di pandemia

    6 MAGGIO 2020

    La mia Roma vuota in tempi di Coronavirus Testo/Maurizio Ceccaioni Foto/Maurizio Riccardi * A dire che il 2020 sia cominciato male, sarebbe molto riduttivo alla luce di quello che stiamo passando da due mesi a questa parte. D’altronde, quell’augurio di speranza fatto … Leggi tutto

  • Chiudere le scuole potrebbe rallentare la pandemia influenzale

    13 APRILE 2008

    Secondo nuovi studi finanziati dall’UE la chiusura delle scuole in caso di pandemia influenzale riuscirebbe a prevenire un caso su sette della malattia e a rallentare lo spargersi del virus. … Leggi tutto

  • Il vino italiano è in crisi ma c’è anche chi fa affari grazie alle nuove tecnologie digitali

    Il vino italiano è in crisi ma c’è anche chi fa affari grazie alle nuove tecnologie digitali

    26 GENNAIO 2021

    Milano, 26 gennaio 2021 Ci complimentiamo con il Consorzio Brunello di Montalcino per i risultati di vendita in USA e Canada e ne siamo felici perchè questo conferma quanto sia ormai improrogabile trovare nuovi sistemi e soprattutto nuovi canali di … Leggi tutto

  • Cibo e amore: un binomio che si rafforza in lockdown, indagine TheFork + gift card come regalo d’amore per il partner e per sostenere i ristoranti

    Cibo e amore: un binomio che si rafforza in lockdown, indagine TheFork + gift card come regalo d’amore per il partner e per sostenere i ristoranti

    25 GENNAIO 2021

    San Valentino – giorno degli innamorati è alle porte. TheFork, app leader nella prenotazione online dei ristoranti, ha chiesto ai suoi utenti come trascorreranno questo insolito giorno degli innamorati a ristoranti chiusi e colto l’occasione per analizzare come le relazioni … Leggi tutto

  • L’importanza dell’economia circolare in uno dei periodi più critici  causato da Covid 19

    L’importanza dell’economia circolare in uno dei periodi più critici causato da Covid 19

    17 GENNAIO 2021

    L’importanza dell’economia circolare – Articolo su QN IL GIORNO del 16 gennaio 2021 di Achille Colombo Clerici Milano, 17 gennaio 2021 Può sembrare fuor di luogo – in uno dei periodi più critici dell’economia globale causato da Covid 19 – parlare di … Leggi tutto

  • Vito Luise commenta l’articolo di Comolli sull’Italia in agonia… + aggiornamento

    Vito Luise commenta l’articolo di Comolli sull’Italia in agonia… + aggiornamento

    5 GENNAIO 2021

    Nota del direttore Puntuale ribatte Comolli a Luise ma forse i due professionisti, che stanno disquisendo su come si dovrebbe trovare una soluzione … non si rendono conto che si sta giocando una partita truccata nella quale il … Leggi tutto

  • Arriva Mario Draghi? Pensierino a Conte di fine Annus Horribilis 2020 o… fine mandato?

    Arriva Mario Draghi? Pensierino a Conte di fine Annus Horribilis 2020 o… fine mandato?

    30 DICEMBRE 2020

    Arriva Mario Draghi? Competenza ne ha da vendere ma serve la volontà di trovare soluzioni per un Nuovo Risorgimento dell’Economia Italiana. Pensierino a Conte di fine anno o… fine mandato? Ascoltare chi è più bravo, è un grande esempio di … Leggi tutto

  • Basterebbe un po’ di buonsenso e la volontà per fare una Nuova Italia

    Basterebbe un po’ di buonsenso e la volontà per fare una Nuova Italia

    27 DICEMBRE 2020

    Nota del Direttore Comolli, (spero che queste mie note non mi facciano perdere un amico e un valido collaboratore…) anche se ne avrebbe tutte le capacità e le competenze per gestire situazioni complesse, non sarà mai un politico … Leggi tutto

  • AGRICOLTURA: MISURE PER 400 MILIONI DI EURO DALLA LEGGE DI BILANCIO 2021

    AGRICOLTURA: MISURE PER 400 MILIONI DI EURO DALLA LEGGE DI BILANCIO 2021

    21 DICEMBRE 2020

    AGRICOLTURA: MISURE PER 400 MILIONI DI EURO DALLA LEGGE DI BILANCIO 2021   Fondi e azioni per l’agricoltura nella legge di bilancio del 2021 in discussione, già inserite. Data: 21 dicembre 2020 Testo a commento di Giampietro Comolli Leggiamo solo … Leggi tutto

  • Il vaccino anti Covid è efficace e sicuro,   salverà il prossimo inverno – Virologi italiani a congresso

    Il vaccino anti Covid è efficace e sicuro, salverà il prossimo inverno – Virologi italiani a congresso

    13 DICEMBRE 2020

    Vacciono anti Covid Sì o No? Nota del direttore Premessa: Newsfood.com è una testata giornalistica indipendente che non usufruisce di nessuna sovvenzione pubblica, non è al soldo di nessuno, non è schierata politicamente ma cerca di fare … Leggi tutto

     

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento