MIELE MANUKA PER IL SISTEMA IMMUNITARIO/ MANUKA HONEY FOR THE IMMUNE SYSTEM (also English text)

MIELE MANUKA PER IL SISTEMA IMMUNITARIO/ MANUKA HONEY FOR THE IMMUNE SYSTEM (also English text)

MIELE DI MANUKA AMORE PER IL SISTEMA IMMUNITARIO

10 aprile 2020

Andrea Scappini:

IL MIELE DI MANUKA L’ HO USATO PER 3 MESI

Come descritto in un articolo precedente su Newsfood.com ho usato il miele di Manuka regolarmente con dosi giornaliere di 1-3 cucchiaini al giorno. Cosi` facendo sono riuscito a ridurre le mie voglie di dolci fatti con zuccheri e anche ridurre il mio consumo di frutta. Perchò voglio ridurre gli zuccheri? Consumo eccessivo di carboidrati e di alimenti ricchi di zuccheri in generale sono associati a molte malattie moderne nelle nostre diete standard.

Miele Manuka è di aiuto al sistema immunitario

Circa tre anni fa ho avuto una disbyosi intestinale e recentemente ho deciso di includere il miele Manuka nella dieta, invece di usare solamente zucchero integrale, per aiutare a ridurre infiammazione e rafforzare il sistema immunitario. Il miele Manuka è ricchissimo di proprietà antimicrobiche ed enzimi quindi supporta la digestione di cibi e il benessere del microbiota intestinale favorendo le specie utili. Ne ho provati diversi ma la mia marca preferita di miele di Manuka della Nuova Zelanda si chiama Steens, che ho ordinato tramite Amazon ma si può ordinare direttamente anche dal loro sito https://steenshoney.com

Ho notato che le mie articolazioni sono guarite da infiammazioni di infortuni sportivi che mi portavo dietro da anni e anche il gonfiore intestinale si è ridotto.

 

Miele Manuka: NATURALMENTE NATURALE

Sono sempre stato un sostenitore del cibo più naturale possibile, e il miele Manuka Steens è l’ epitome (n.d.r. … compendio di un’operra voluminosa, redatto a finio divulgativi o didattici) di questo. Infatti Steens produce il miele frullando il favo intero con una tecnologia particolare che mantiene nutrienti extra come il polline e la pappa reale che i mieli filtrati non hanno.
Ricordo quando studente alla Florida International University in una classe di Scienze della Nutrizione che il professore chiedeva spesso: “Qualcosa fatto in laboratorio può essere meglio di qualcosa fatto in natura”? La sua risposta era sempre no! Un prodotto naturale come il miele ha tutti i minerali, gli enzimi e gli zuccheri di cui ha bisogno per essere giusto, semplicemente in equilibrio. Il miele è prodotto dalle api non dalle macchine e questa è una garanzia del suo stato puro e naturale.

 

Miele Manuka: MI PIACE CRUDO

Il vero miele naturale è crudo, quindi non pastorizzato perchè non scaldato oltre 40°, mantiene tutti i nutrienti e gli enzimi che sono un importante aiuto alla digestione.
Steens è stato uno degli apicoltori fondatori dell’ Associazione di Produttori di Manuka della Nuova Zelanda, e 36 anni dopo Steens continua a rivestire un ruolo cruciale in questa industria.

Miele Manuka: ALLA VISTA, IL GUSTO E L’OLFATTO

Il miele Steens nella versione UMF 5 ha un colore leggermente ambrato, e con l’aumentare del grado UMF il colore è più scuro. Ho provato le versioni UMF 5, UMF 10, UMF 15 e sono tutte cremose e vellutate come una crema, e non brillanti e resinose come un miele filtrato ordinario.
Il miele Manuka Steens ha un gusto delicato e meno dolce del miele ordinario molto più delicato del miele di castagno.
Consiglio un cucchiaino da solo o di mischiarlo con olio di cocco e cannella così delizioso che ti innamori. Preferisco il gusto del grado UMF 5 per uso quotidiano che, se mischiato con il tè o il caffè, non stravolge il gusto della bevanda.

Il miele Manuka va consumato crudo perché se riscaldato ed usato ad alte temperature perde dei nutrienti e può diventare addirittura leggermente tossico.
Il profumo è meno pungente degli altri mieli e ricorda il profumo di una crema di marroni…

 

Fonti:
Il Lancet Salute Pubblica: Consumo di carboidrati nella dieta e mortalità: una prospettiva in studio coorte e analisi-meta.

 

Exclusive text by
Andrea Scappini 
PaleoCibus
Contributor for
Newsfood.com

© Riproduzione Riservata

 

Redazione Newsfood.com
Contatti

 

A seguire  il testo originale in Inglese di Andrea Scappini

MANUKA HONEY LOVE FOR THE IMMUNE SYSTEM

BEEN USING IT FOR 3 MONTHS
As described in a previous article reported on Newsfood.com I have been using Manuka and regular honey regularly for about 3 months every day with a dose of 1 to 3 teaspoon and switching. By doing this was able to reduce my cravings for sweets made with sugars, and also reduce my consumption of fruit. Why would I want to reduce sugars? Well, overconsumption of carbohydrates and sugars rich food, in general, have been linked to many modern ailments in today standard diets.

SUPPORTING THE IMMUNE SYSTEM
I had a dysbiosis three years ago and lately decided to use honey instead of only whole sugar cane to reduce inflammation and support the immune system. Imanuka honey has plenty of antimicrobial properties and enzymes therefore support food digestion and the gut microbiome health promoting useful species.
I tried several honey but my favourite Manuka honey is from this brand, called Steens, ordered it through Amazon but https://steenshoney.com also sell directly from their website. I am noticing that my joints which are stressed from tough workouts are not bothering me as before, and have helped me to reduce swelling in my belly.

AS NATURAL AS IT GETS
I have always been a proponent of foods that are as natural as possible, and Steen Manuka honey is the epitome of that. In fact, Steens honey is made blending the whole comb during the making with a special proprietary technology that gives extra nutrients such as pollen and royal jelly in respect to filtered honey.
I remember from a Science of Nutrition class in Florida International University my professor was often asking: “Can something made in a lab be better then what’ s made by nature?” His answer was always no! A natural product such as honey has all the mineral, enzymes and sugar it needs to be just right, simply balanced. Honey is made by bees not machines and this is a guarantee of its purely natural state.

I LIKE IT RAW
Real, natural honey as Steens makes is raw and unpasteurized because it is not heated above 40 C, hence retaining all its nutrients and enzymes which are important to aid our digestion.
Steens was one of the founding beekeepers of the UMF association, the New Zealand Manuka Honey Manufacturers Association, and 36 years later Steens continues to play a critical role in the industry.

THE VISUAL, THE TASTE, AND THE SMELL
Steens honey has a light amber color in the UMF 5 version and as the UMF grade increase also the color gets darker. I tried UMF 5, UMF10, and UMF15. They all look creamy and smooth like a spread, not shiny and resinous like a regular filtered honey.
Steens Manuka tastes very smooth and less sweet than regular honey, way smoother than chestnut honey. I recommend a teaspoon by itself or mix it with some coconut oil with cinnamont it’ s soo delicious you fall in love with it. I like better the taste of the UMF 5 for everyday use, and you can mix it in your coffee or tea and won’ t affect the flavor of your drink. It is best be consume it raw because if you heat you’ ll loose some of its nutrients it is believed that cooking with honey can be a bit toxic.
The smell is less pungent then floral honey and is reminiscent of a light chestnut puree.

Cited Source:
The Lancet Public Health: Dietary carbohydrate intake and mortality: a prospective cohort study and metha-analysis.

 

Exclusive text by
Andrea Scappini PaleoCibus
Contributor for
Newsfood.com

© Riproduzione Riservata

 

Redazione Newsfood.com
Contatti

 

Vedi anche:

Redazione Newsfood.com
Contatti

Leggi Anche
Scrivi un commento