Vitamina K, buona per le ossa di tutti

Vitamina K, buona per le ossa di tutti

La vitamina K ha un doppio merito: non solo difende le ossa, potenziandone la struttura, ma può essere assunta sia da uomini che da donne.

Lo afferma una ricerca dell’Universitat Rovira i Virgili di Reus (Spagna), diretta dalla dottoressa Monica Bullo e pubblicata su “Bone”.

Gli scienziati hanno selezionato 200 uomini e donne, età media 67 anni. Prima, essi hanno risposto a domande su stile di vita ed alimentazione. Poi, i ricercatori li hanno sottoposti a
test ad ultrasuoni per valutare lo stato dello scheletro.

Come spiega la dottoressa Bullo, gli esami “Hanno evidenziato, per la prima volta, una associazione diretta tra l’assunzione con la dieta di vitamina K e le misurazioni quantitative a
ultrasuoni del calcagno, il che suggerisce che la vitamina K ha un ruolo diretto nelle caratteristiche qualitative dell’osso con la densità minerale ossea, in una coorte di soggetti
anziani caucasici con abitudini alimentari sane”. Perciò, continua la studiosa, è ragionevole pensare come tale nutriente riduca la vulnerabilità a problemi tipici
dell’età avanzata, come osteoporosi o fratture.

La ricercatrice ed i suoi colleghi ricordano come buone dosi di vitamina K siano fornite da verdure a foglia: spinaci, lattuga, broccoli, cavolo. Tuttavia, le dosi maggiori arrivano dalle erbe
aromatiche, basilico,salvia, prezzemolo,timo, origano, maggiorana ecc., anche e sopratutto dopo l’essiccazione. Perciò, meno sale, più erbe in questione.

FONTE: M. Bulló, R. Estruch, J. Salas-Salvadó, “Dietary vitamin K intake is associated with bone quantitative ultrasound measurements but not with bone peripheral
biochemical markers in elderly men and women”, Bone, In Press, Accepted Manuscript, Available online 27 March 2011 Original Research Article, doi:10.1016/j.bone.2011.03.767

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento