“Sveglia, è il tuo espresso!”: baristi e consumatori a scuola per riconoscere il Buon Caffè Espresso

“Sveglia, è il tuo espresso!”: baristi e consumatori a scuola per riconoscere il Buon Caffè Espresso

Salone del Gusto 2010, 23 ottobre, Torino

La pausa caffè rappresenta un rito quotidiano irrinunciabile, che rischia spesso di essere rovinato da prodotti che ben poco hanno a che vedere con ciò che un buon Espresso
può regalare: crema, profumi, sapori.
Ma come imparare a riconoscerli?
La risposta arriva da Caffè Mokarico, storica torrefazione fiorentina e da Marco Paladini, presidente della Mokarico e vicepresidente INEI (Istituto Nazionale Espresso Italiano) che
attraverso l’iniziativa “Sveglia, è il tuo espresso!”, da diversi anni si impegnano a diffondere il verbo dell’espresso di qualità.
Lasciamo che sia proprio lui a parlarci del progetto educativo di Mokarito.

Marco Paladini, quale è la filosofia dell’iniziativa “Sveglia, è il tuo espresso”?
E’ un progetto di educazione al consumo del caffè, il primo a livello nazionale dedicato al consumatore finale. Visto che i clienti hanno imparato a rimandare indietro una bottiglia di
vino che sa di tappo, perché non insegnare loro a lasciare lì un espresso quando è fatto male.

In che modo Mokarico cerca di coinvolgere gli operatori ed i consumatori del caffè in questo progetto?
Organizzando un calendario di corsi gratuiti a beneficio dei clienti all’interno dei bar e non solo. Sono corsi della durata di due ore in cui si insegna a distinguere gli aromi nella tazzina, e
a degustare vari tipi di espresso per insegnare a riconoscere quando questo è fatto a regola d’arte e quando invece non è affatto buono.

Qual è lo scopo che si prefigge la Torrefazione di cui è presidente con questa attività?
L’obiettivo finale è di fornire a chi partecipa, la conoscenza di quelle 2-3 regole base che consentono di individuare quando un caffè ha difetti tali da non essere bevuto. Solo il
vero Espresso Italiano si presenta al consumatore con una crema di colore nocciola ed una tessitura finissima. All’olfatto ha un profumo intenso di fiori, frutta, pane tostato e cioccolato.
Il gusto è vellutato, rotondo e consistente.
Purtroppo è inutile negare la diffusa scarsa attenzione che fino ad ora è stata rivolta al caffè all’interno dei bar e ristoranti italiani.

In base alla sua esperienza, come reputa l’offerta del caffè sul mercato nazionale?
La situazione attuale è il frutto di una campagna commerciale che negli ultimi trent’anni ha spinto i torrefattori a privilegiare la quantità rispetto alla qualità senza mai
interessarsi a ciò che il barista serviva al consumatore.
L’attuale crisi dei consumi, tra i numerosi effetti negativi, ha avuto senz’altro il merito di costringere alcuni attori del sistema ad ingegnarsi e a convertire la loro produzione verso standard
qualitativi più elevati. Naturalmente non ci si reinventa in poco tempo, la strada per alcuni è preclusa, per altri sarà lunga.
Nel frattempo però non possiamo permettere che l’Espresso, prodotto tipico del Made in Italy fortemente radicato nella  nostra cultura, venga messo da parte a scapito di altre
preparazioni quali orzo, ginseng e simili che attualmente sembrano essere tanto di moda.
Con “Sveglia, è il tuo espresso” si vuole  rappresentare un forte stimolo per tutta la filiera, maggiore qualità delle miscele proposte e maggiore qualificazione da parte dei
baristi. La tutela e la difesa del consumatore rappresenteranno la difesa e la tutela del vero Espresso Italiano di qualità. Diciamo pure una delizia per il palato che, se ben preparato,
non teme confronti con nessun’altra bevanda.

…e dopo l’intervista, che cosa c’è di meglio di un Buon Caffè Espresso?

Paladini s.r.l.
Via del Bagnone, 22
50032 Borgo San Lorenzo (FI)
Tel. +39 055 8495085 – Fax +39 055 8495086
info@mokarico.com –   

Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento