Rivalutazione delle aree edificabili o agricole possedute da privati

L’Ance ha reso noto che la Finanziaria 2008 (approvata dalla Commissione Bilancio del Senato il 1° novembre scorso e attualmente in discussione in aula) riapre i termini per la
rivalutazione delle aree edificabili o agricole possedute da privati non esercenti attività commerciali.

L’emendamento 3.1000 (testo 2), infatti, prevede che le aree edificabili ed agricole possedute alla data del 1° gennaio 2008 possano essere rivalutate mediante la redazione ed il giuramento
della perizia di stima entro il 30 giugno 2008 ed versamento dell’imposta sostitutiva delle imposte sul reddito pari al 4% dell’intero valore rivalutato entro il 30 giugno 2008.

Il versamento dell’imposta sostitutiva, comunque, può essere dilazionato in 3 rate annuali di pari importo (cui si aggiunge l’interesse del 3%) che devono essere pagate entro il 30
giugno 2008, il 30 giugno 2009 ed 30 giugno 2010.

L’Ance, inoltre, ha ricordato che la rivalutazione determina anche alcune implicazioni fiscali: infatti, “a seguito della rivalutazione il nuovo valore del terreno, risultante dalla perizia di
stima, assume la natura di prezzo di acquisto dello stesso, da portare in diminuzione del corrispettivo ottenuto al momento della vendita, ai fini della determinazione delle plusvalenze”.

Leggi Anche
Scrivi un commento