FREE REAL TIME DAILY NEWS

Resveratrolo, una cura per la colite cronica

Resveratrolo, una cura per la colite cronica

By Redazione

Il resveratrolo (l’antiossidante contenuto nel vino rosso) può essere utile nell’attenuare e combattere i sintomi della colite cronica.

Lo sostiene una ricerca dell’Università di Siviglia (Spagna), diretta dalla dottoressa Susana Sánchez-Fidalgo e pubblicata sul “European Journal of Pharmacology”.

L’equipe della dottoressa Sánchez-Fidalgo ha esaminato il potenziale del resveratrolo contro la colite cronica indotta dal Dextran Sulfate Sodium (DSS).

A tale scopo sono stati scelti alcuni topi da laboratorio, alimentati con dieta standard. Poi gli animali sono stati suddivisi in due gruppi: il primo ha ricevuto un supplemento di resveratrolo
(3mg al giorno per chilo di peso), il secondo (gruppo di controllo) no. Dopo 30 giorni, nei roditori è stata provocata la colite acuta, per mezzo dell’esposizione al 3% di DSS per cinque
giorni. L’infiammazione, da acuta si è trasformata in cronica dopo altri 21 giorni.

Le analisi dei ricercatori hanno mostrato come nei topi del primo gruppo la colite indotta si era ridotta, in estensione ed in gravità. Inoltre, il resveratrolo aveva contrastato i segni
dell’infiammazione, attenuando perdita di peso, diarrea e sanguinamento rettale.

Come spiegano gli scienziati, “I nostri risultati hanno dimostrato che il gruppo di polifenoli attenuato in modo significativo i segni clinici […] e hanno migliorato i risultati
dell’indice di attività della malattia e il punteggio relativo all’infiammazione”.

Stesso andamento positivo per i segni morfologici del danno cellulare. La mucosa del colon dei topi “al resveratrolo” mostrava così una riduzione nelle aree di desquamazione delle
cellule epiteliali, nell’infiltrazione delle cellule infiammatorie e ipertrofia ghiandolare ed alcune aree di epitelio intatto.

Infine, tutti i topi del primo gruppo sono sopravvissuti al test, mentre gli animali del gruppo di controllo hanno subito una mortalità del 40%.

Conclude allora la dottoressa Sánchez-Fidalgo: “Un risultato importante è stata la riduzione di mortalità negli animali trattati con il resveratrolo. Il meccanismo con cui
il resveratrolo riduce la mortalità indotta da DSS non è chiaro, anche se le sue proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e antinfettive possono svolgere un ruolo chiave”.
Perciò, secondo la scienziata, una dieta che includa buone quantità di resveratrolo rappresenti un nuovo approccio per il trattamento dell’infiammazione cronica dell’intestino.

Fonte: Susana Sánchez-Fidalgo, Ana Cárdeno, Isabel Villegas, Elena Talero, Catalina Alarcón de la Lastra, “Dietary supplementation of resveratrol attenuates
chronic colonic inflammation in mice”,
European Journal of Pharmacology 2010, doi:10.1016/j.ejphar.2010.01.025

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

VISITA LO SHOP ONLINE DI NEWSFOOD

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: