Protesta dei pescatori: Si incatenano in mare aperto

Protesta dei pescatori: Si incatenano in mare aperto

La crisi rischia di far chiudere i battenti alla pesca made in Italy. Come se non bastasse il crollo dei consumi di pesce e la concorrenza sleale del prodotto estero, è in arrivo
una maxistangata per gli impianti di acquacoltura che rischia di affondare l’intero settore, lasciando via libera alle importazioni di pescato straniero spacciato per italiano.

Per denunciare il problema i pescatori della Coldiretti Impresapesca hanno deciso di incatenarsi, in mare aperto, alle gabbie di allevamento del pesce. L’iniziativa di protesta si
svolgerà venerdì 27 settembre alle 9,30 in Sardegna, nel tratto di mare davanti al Golfo di Alghero (*).

(*) Per raggiungere il luogo dell’iniziativa sarà previsto un apposito servizio di nave in partenza dalla Banchina Sanità del porto di Alghero.

www.coldiretti.it

 

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento