Patatine e bevande zuccherate i cibi che fanno ingrassare di più

Patatine e bevande zuccherate i cibi che fanno ingrassare di più

Una lista degli alimenti che fanno ingrassare, unita a quella dei cibi buoni per difendere la linea.

A stilarla, una ricerca del Harvard School of Public Health (Boston, USA), diretta dal dottor Dariush Mozaffarian e pubblicata dal “New England Journal of Medicine”.

Mozaffarian e compagni sono partiti da un dato di fatto medico: col passare degli anni, la crescita del peso è inevitabile. “In media, un adulto prende mezzo chilo all’anno” spiega il
capo-ricercatore.

Tuttavia, l’ingrassare è influenzato da numerosi altri fattori, molti dei quali legati alle scelte a tavola.

Per fare chiarezza, gli scienziati hanno preso in esame 98320 donne e 22557 uomini, tutti inseriti nei database: Nurses Health Study I e II ed Health Professionals Follow-up Study. Inoltre, i
volontari non soffrivano di patologie croniche all’inizio del test e sono stati sottoposti ad esami ad intervalli regolari ogni 4 anni.

Alla fine dei 20 anni di osservazione, si è notato ogni 4 anni i volontari erano ingrassati di 1,5 kg ogni 4 anni, per un aumento di peso totale di 8 kg in 20 anni. Più in
dettaglio, l’aumento di peso era legato ad una serie specifica di pietanze. Il podio era occupato dalle patatine fritte (più 800 grammi in circa 4 anni), le patate in generale (circa 600
gr.) ed, infine, terzo posto per le bevande zuccherate (circa 500 gr.). Tra i cattivi fuori podio, spiccano le carni lavorate (circa 400 grammi) e salumi (circa 400 grammi).

Tuttavia, il lavoro del Harvard School ha anche individuato cibi che mantengono costante il peso, se non addirittura provocano una riduzione: in particolare, yogurt, noci, frutta e verdura,
cereali integrali. Infatti, sintetizza Mozaffarian, “Piccoli cambiamenti nello stile di vita alimentare possono fare una grande differenza”.

Non solo cibo, però: quelli che dormono troppo o troppo poco, non praticano attività fisica e passano molte ore davanti alla TV ingrassano più rispetto a coloro che
adottano stili di vita più sani.

FONTE: Dariush Mozaffarian et al., “Changes in Diet and Lifestyle and Long-Term Weight Gain in Women and Men”, N Engl J Med 2011; 364:2392-2404

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento