Obama alla Casa Bianca: ecco cosa lo aspetta

Obama alla Casa Bianca: ecco cosa lo aspetta

 

Edificio storico e secolare, la Casa Bianca è il simbolo del potere e dell’America nel mondo. E da ieri sera il famoso edificio ospiterà un nuovo e prestigioso
“inquilino”: Barack Obama.

Ma il neopresidente degli Stati Uniti sa cosa lo aspetta?

La residenza in stile palladiano riserva sorprese e segreti, oltre a custodire i ricordi di un tempo lontano ed i segni lasciati da chi lo ha abitato.

Costruita nel 1792, la Casa Bianca si erge su un terreno di 7,30 ettari e si compone di un corpo principale che ospita 132 stanze, 35 bagni, 43 uffici, 28 caminetti, 11 camere da letto,
6 piani, 3 ascensori, 8 scalinate, 37 ripostigli, 3 cucine, 147 finestre, 412 porte, 20 lavandini e 16 frigoriferi.

Com’è noto, la Casa Bianca è l’abitazione di tutti i presidenti americani che si sono succeduti nei secoli a partire da John Adams e ad oggi si contano
svariate testimonianze di inquilini ed ospiti che hanno sperimentato incontri ravvicinati con i fantasmi che risiederebbero nell’ala occidentale.

Qualche esempio? Il presidente Harrison abiterebbe il solaio, Lincoln continuerebbe a vagare nelle vicinanze della sua camera da letto, la first ladies Abigail Adams girerebbe per
i corridori facendo movimenti da lavandaia e Dolly Madison avrebbe una predilezione per il Giardino delle Rose.

Ancora più inconsueto, però, è l’avvistamento di un gatto nero nel seminterrato, che sarebbe solito comparire prima di eventi catastrofici quali il crollo
delle borse o efferati delitti.

Come ogni edificio storico che si rispetti, inoltre, la Casa Bianca ospita due passaggi segreti: il primo, partendo da una porta al piano terra nascosta tra i busti di Wiston Churchill
e Dwight D. Eisenhower, conduce al fioraio, mentre il secondo, cui si accede dal cosiddetto ‘ingresso di Marylin’, conduce all’Edificio del Tesoro.

Oltre a vagare come fantasmi per le stanze della Casa Bianca, i presidenti americano hanno lasciato segni meno lugubri del loro passaggio che si possono ammirare nei giardini: dalle
magnolie che Andrew Jackson ha piantato in memoria della moglie, al Giardino delle Rose riservato alle cerimonie ed al Giardino dei Bambini creato da Lady Bird Jackson vicino al
porticato principale.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento