Mangiare carne da “giovani” per stare meglio da anziani

Mangiare carne da “giovani” per stare meglio da anziani

Una dieta che contempli la giusta quantità (un giorno su tre) di carne durante la mezza età aiuta a conservare la salute e l’autonomia quando si diventa anziani

Lo sostiene una ricerca della Kyoto Women’s University, diretta dal dottor Yasuyuki Nakamura e pubblicata dalla rivista “Gerontology”.

La squadra del dottor Nakamura ha lavorato con 2.316 volontari, sia uomini che donne: tutti compresi tra i 47 ed i 59 anni, autosufficienti e senza malattie cardiovascolari.
Il periodo di osservazione è durato 19 anni, durante quali i soggetti sono stati monitorati nelle loro attività quotidiane come vestirsi, lavarsi, mangiare, muoversi. Alla fine
del test, i ricercatori hanno constatato come 27 persone erano morte e altre 75 non erano più’ autosufficienti; tra gli altri, quelli in salute migliore erano i consumatori di carne,
almeno due volte a settimana.

Gli studiosi ritengono che il maggior beneficio portato dalla carne siano le proteine, in grado di aiutare i muscoli e difenderli dai danni dell’invecchiamento.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento