Lombardia: pubblicato l'elenco dei candidati a DG di ASL, AO e IRCCS

Milano, 29 Ottobre 2007 – Assicurare trasparenza e massima qualità possibile nelle nomine di un comparto così importante come quello della sanità, dando in
più ai cittadini la possibilità di inviare al presidente della Regione Lombardia le proprie osservazioni e segnalazioni sui candidati.

Sono questi i motivi che hanno spinto la Giunta regionale a rendere pubblici da oggi i nomi dei 520 candidati per i 47 posti da Direttore generale di Azienda Sanitaria locale, Azienda
ospedaliera e Irccs (consultabili sul sito www.sanita.regione.lombardia.it) che verranno nominati a dicembre. Si tratta in particolare di 15 direttori di Asl, 29 di Ao (di nomina della Giunta
su indicazione del presidente Roberto Formigoni e degli assessori alla Sanità, Luciano Bresciani, e alla Famiglia e Solidarietà sociale, Gian Carlo Abelli) e 3 di Irccs (che
spettano invece al solo presidente della Giunta).

«Come sempre, muoviamo nel massimo rispetto della legge e assumendoci la responsabilità conferitaci dalle norme nazionali
– ha spiegato Formigoni – Quest’anno vogliamo però aggiungere un passaggio in più, dando la possibilità a tutti i cittadini di conoscere i nomi dei candidati e di inviare
al mio indirizzo ogni osservazione o segnalazione che riterranno opportuno portare alla mia conoscenza».
«Nessuna delazione, nessuna raccomandazione – ha voluto sottolineare Formigoni – Leggerò solo le e-mail firmate e ‘riconoscibili’; in secondo luogo la responsabilità delle
nomine è e resta della Giunta e del sottoscritto, rivestendo un irrinunciabile aspetto fiduciario riconosciuto dalle leggi nazionali».
La normativa statale in materia prevede infatti due soli criteri per i candidati: il possesso della laurea e un’esperienza di almeno cinque anni in un ruolo «apicale».
«La Regione Lombardia in più – ha aggiunto il presidente lombardo – ha istituito l’elenco nel quale può iscriversi chi ritiene di avere i requisiti. Questo elenco da oggi
è pubblico».
Chi vuole, può inviare le proprie osservazioni al presidente Formigoni a partire da oggi, fino al 30 novembre. (Ln)

Leggi Anche
Scrivi un commento