Le donne golose di noccioline in gravidanza aumentano la probabilità di allergie per i figli

Le donne golose di noccioline in gravidanza aumentano la probabilità di allergie per i figli

Durante la gravidanza, le madri che consumano molte noccioline rendono i figli più  soggetti ad allergie, specie se hanno già una sensibilità agli alimenti presente.

Tale avviso proviene da una ricerca della Mount Sinai School of Medicine (New York, USA), diretta dal dottor Scott Sicherer e pubblicata su “Journal of Allergy and Clinical Immunology”.

Gli scienziati ritengono che le madri che gustano molte arachidi durante “quei” nove mesi ed hanno bambini sensibili a latte e uova possono provocare loro un’allergia al cibo in questione come
effetto collaterale della dieta.

Perciò, il dottor Sicherer e compagni raccomandano alle signore in attesa di eliminare dalla tavola delle arachidi e di tutti i prodotti che le contengono.

A sostegno della loro tesi, i ricercatori citano un lavoro olandese del 2008, che aveva mostrato come le donne che in stato interessante mangiano quotidianamente arachidi fanno aumentare del
50% il rischio di asma del proprio bambino.

FONTE: Scott H. Sicherer, Robert A. Wood, Donald Stablein, Robert Lindblad, “Maternal consumption of peanut during pregnancy is associated with peanut sensitization in atopic infants”,
Journal of Allergy and Clinical Immunology, 29 October 2010, doi:10.1016/j.jaci.2010.08.036

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento