Latte: una tazza al giorno, per tutte le età e senza controindicazioni

Latte: una tazza al giorno, per tutte le età e senza controindicazioni

Il latte: alimento antico, ma sempre valido. Il “succo di mucca” è infatti salutare per soggetti di diversa età, da cui può essere assunto (quasi) sempre senza
controindicazioni. Per di più, ne basta una dose moderata, pari ad una normale tazza.

Questo il messaggio di “Il latte oggi: salute tra ricerca ed innovazione”, seminario dell’Università La Sapienza e di Parmalat, tenutosi recentemente a Roma.

Tra gli sponsor qualificati, la dottoressa Valeria Del Balzo, nutrizionista del dipartimento di Fisiopatologia Medica (sezione Scienza dell’Alimentazione) dell’università capitolina.

La dottoressa Del Balzo evidenzia subito il curriculum della bevanda, fatto di elementi indispensabili come acqua, calcio, proteine, vitamine e sali minerali. E grassi: a proposito, va notato
come i grassi del latte “Non non sono tali da giustificarne l’eliminazione dalla dieta di chi soffre di patologie legate alla presenza di grassi nel sangue, come la dislipidemia, non risultano
responsabili dell’insorgenza delle patologie cardiovascolari”. In altre parole, il latte fa diventare “buoni” anche cattivi classici come gli elementi in questione.

In più, il latte vaccino contiene biopeptidi, in grado di schermare da cancro ed ipertensione. Senza trascurare l’acido linoleico coniugato o CLA. Recentemente, il CLA è stato
oggetto di ricerche scientifiche, che ne hanno evidenziato le capacità anti-adipe, anti-diabete ed anti-cancro.

Tutto questo rende il latte un must “Anche per gli adulti”. E, conclude Del Balzo, i vantaggi arrivano senza esagerare: sono sufficienti 250 grammi al giorno, pari alle comuni tazze domestiche.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento