Il diabete danneggia le ossa

Il diabete danneggia le ossa

Il diabete è in grado d’indebolire le ossa, aumentando il pericoli di fratture ed altri traumi.

E’ quanto emerge da una ricerca della University of Medicine and Dentistry del New Jersey e della Boston University School of Medicine, diretta dalla dottoressa Dana Graves e pubblicata dall’
“American Journal of Pathology”.

Gli studiosi hanno lavorato con alcune cavie sofferenti di diabete, notando come le ossa avevano una vulnerabilità maggiore (dovuta anche ad una densità ridotta) ed il ritmo di
guarigione era rallentato.

Spiega la dottoressa Graves: “Ci siamo resi conto che negli individui diabetici c’è’ un maggiore livello di molecole infiammatorie durante le fasi di riparazioni delle fratture. Queste
molecole infiammatorie sono associate a un numero maggiore di osteoclasti, cellule che distruggono e rimuovono ossa e cartilagini danneggiate”.

In generale, perciò, “Le molecole infiammatorie stimolate dal diabete vanno a incidere negativamente sui processi di guarigione”

Dato che il diabete è una condizione sempre più comune (si stima che nel 2030 ne soffriranno 340 milioni di persone), i ricercatori invitano le autorità a prendere le
dovute precauzioni.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento