Dieta, col rimborso economico si dimagrisce meglio

Dieta, col rimborso economico si dimagrisce meglio

Se si viene sostenuti coi soldi, anche la dieta diventa più facile, facendo dimagrire anche quelli con più difficoltà.

E’ il messaggio di una ricerca della Mayo Clinic, diretta dal dottor Stephen
Driver e prossimamente presentata al 62° meeting dell’American College of Cardiology.

L’indagine si è basata su 100 persone, individui desiderosi di dimagrire dai 18 ai 60 anni. Il campione è stato diviso in due parti: tutti hanno seguito la stessa dieta, ma il
primo gruppo ha ricevuto venti dollari al mese quando riusciva a perdere i chili in agenda per il periodo. Il secondo gruppo, invece, non ha ottenuto nessun rimborso economico.

Dopo 12 mesi di controllo, si è notato come nel primo gruppo (rimborso economico) avevano perso peso con regolarità il 62% dei volontari contro il 26% del secondo gruppo.

Secondo i ricercatori, “Il fattore economico ha dimostrato di essere fondamentale nell’invogliare le persone in sovrappeso a seguire con regolarità la dieta senza “strappi””.
Perciò, il denaro potrebbe essere un’opzione anche per lo Stato: meglio spendere soldi per far perdere peso che spendere molto di più per la corrente epidemia d’obesità.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento