Creato il sangue artificiale

Creato il sangue artificiale

Messo appunto il sangue artificiale, o quasi.

Lo afferma una ricerca delle Università della California e del Michigan, negli Stati Uniti,  pubblicata da “Proceedings of the National Academy of Science.

Secondo gli autori dello studio, guidati dal professor Samir Mitragrotri, le loro cellule riescono ad imitare i globuli rossi originali, riuscendo cioè a trasportare ossigeno, farmaci e
sostanze coloranti (usate in determinate analisi). In particolare, test di laboratorio compiuti ad una settimana dalla nascita hanno mostrato come le particelle mantengano il 90% della
capacità di veicolare ossigeno al corpo umano.

Gli scienziati spiegano di aver iniziato il processo di creazione dall’acido co-glicoide polilattico (polimero biocompatibile e biodegradabile) presente sotto forma di particelle sferiche.
Successivamente, tali particelle sono state raffinate, affinché assumessero la classica forma a ciambella. Poi, tale struttura è stata completata con strati di emoglobina ed altre
proteine. A questo punto, l’impalcatura interna è stata dissolta.

Secondo gli studiosi, il risultato finale è un elemento flessibile con forma, dimensioni ed elasticità paragonabile ai globuli rossi originali. Inoltre, la presenza
dell’emoglobina permette di replicare la fondamentale funzione di veicolo dell’ossigeno (oltre alle già citate funzioni “accessorie”).

Mista la reazione della comunità scientifica, dove la speranza è temperata da un giustificato pessimismo.

Già in passato, infatti, studiosi e ricercatori avevano tentato di riprodurre in laboratorio le copie artificiali di globuli rossi, globuli bianche e piastrine. Tali esperimenti avevano
visto successi parziali ma anche fallimenti completi, spesso legati proprio ai globuli rossi. A partire dalla fine degli anni ’90 si e’ arrivati a testare sull’uomo prototipi di sangue
sintetico, con risultati, però, tutt’altro che soddisfacenti come è stato mostrato da studi successivi.

LINK alla ricerca

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento