Bruno Contrada decide di tornare in carcere

Bruno Contrada ha deciso spontaneamente di tornare nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere firmando contro il parere dei medici le sue dimissioni dall’ospedale Cardarelli di Napoli,
nel quale era ricoverato da ieri sera. Per i camici bianchi del Cardarelli Contrada aveva bisogno di altri esami clinici. Il suo rientro in carcere dovrebbe avvenire nel pomeriggio.

Dura la sorella – «Mio fratello non vuole più vivere» ha affermato Anna Contrada, sorella dell’ex numero tre del Sisde, commentando la decisione del fratello.
«Troppe calunnie sono state dette contro di lui. Hanno distrutto nove famiglie. Perché vuole tornare in carcere? Eravamo più tranquilli sapendo che era in ospedale».

Mastella e la Grazia – «Per quanto mi riguarda ho immediatamente avviato l’istruttoria di rito relativa alla supplica di grazia, a firma dello stesso avvocato Lipera, non appena
trasmessami dal Capo dello Stato. Volermi ora attribuire responsabilità per eventi che nessuno di noi si augura – conclude Mastella, con riferimento al rischio di morte evidenziato
venerdì dal Lipera – è strumentale, giuridicamente privo di fondamento e umanamente ingiusto».

Leggi Anche
Scrivi un commento