Grazia a Bruno Contrada, avviata l'istruttoria

Viaggia spedita la richiesta di grazia per Bruno Contrada, l’ex numero due del Sisde condannato a 10 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. Il ministero della
Giustizia ha avviato le pratiche per la grazia dopo la richiesta giunta dal capo dello Stato Giorgio Napolitano. Questa mattina il presidente della Repubblica aveva ricevuto una lettera di
supplica dell’avvocato Giuseppe Lipera nella quale il difensore di Contrada segnalava le cattive condizioni di salute dell’ex agente segreto, detenuto nel carcere militare di Santa Maria Capua
Vetere dal maggio scorso. «Dopo 15 anni di amarezza non credo piu’ a nulla» è stato il commento del figlio di Bruno Contrada.

Leggi Anche
Scrivi un commento