Bere sicuro: arriva il kit per l’analisi fai-da-te dell’acqua

Bere sicuro: arriva il kit per l’analisi fai-da-te dell’acqua

Capire la qualità dell’acqua che esce dal rubinetto (o da qualunque altra fonte dubbia), in modo facile e veloce.

Questo e l’obiettivo del kit d’analisi, inventato da due ricercatori dell’Università degli Studi Milano Bicocca, Massimo Labra e Maurizio Casiraghi, in collaborazione con i laboratori
Zooplantlab.

La struttura dell’oggetto è semplice: 5 provette, 5 strisce da immergere nell’acqua ed una scheda con i parametri di legge, su PH, durezza, nitriti, cloruri, solfati. In questo modo si
potrà capire cosa veramente sta nel nostro bicchiere. Il tutto per un costo contenuto: meno di 10 Euro.

Spiegano i due ideatori che il motore del loro lavoro sia stato combattere il dubbio: infatti “Molti rinunciano a bere l’acqua del rubinetto per una paura spesso ingiustificata di
contaminazioni chimiche o microbiologiche, anche quando le analisi degli enti che devono svolgere i controlli, cioè acquedotti e ASL, ne certificano qualità e sicurezza”. Inoltre,
gli utenti non devono aver paura perché “Il kit è affidabile anche se stiamo lavorando per migliorarlo e renderlo più preciso sulla concentrazione delle sostanze”.
Specificato questo, i due studiosi sottolineano come non sia una gara tra investigatori alimentari: “Nessuna pretesa di sostituirsi ai controlli periodici e completi eseguiti dai professionisti
degli acquedotti e delle ASL, ma le loro analisi vengono svolte fino al punto di consegna, il contatore. Il nostro kit invece permette di controllare l’acqua anche nel tratto finale, al
rubinetto di casa, dell’ufficio, della scuola”.

Per ora il kit non è ancora in commercio, ma, assicurano alla Zooplantlab, sarà in vendita tra circa 30 giorni.

NOTE FINALI, per maggiori informazioni:

LINK al sito della Zooplantlab

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento