Addio al caffè, colpa del clima che cambia

Addio al caffè, colpa del clima che cambia

Caffè: buono, quotidiano, sopratutto in via d’estinzione. Tra circa 70 non sarà infatti più disponibile, le piante da cui si ricava spazzate via dal clima in mutazione.

Lo sostiene una ricerca dei Royal Botanic Gardens di Kew, (Gran Bretagna), diretta da Justin Moat e pubblicata
da “PloS One”.

Secondo gli studiosi, tra le varietà in pericolo spicca la Coffea Arabica, forse la più comune nell’industria del caffè: suo difetto, una rigidità genetica che la
rende incapace di adattarsi alle nuove condizioni ambientali.

Tra le soluzioni proposte, la creazione di un ecosistema protetto da collocare in Etiopia e dove far crescere varietà selvatiche di Arabica.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento