A Milano la 6.a edizione di Arte Accessibile

A Milano la 6.a edizione di Arte Accessibile


Di anno in anno la rassegna artistica di Arte Accessibile si è inserita tra le più importanti manifestazioni non solo nazionali ma
addirittura internazionali. Siamo alla 6.a edizione. Per meglio esaltarne la sua importanza è stato scelto l’edificio del Il Sole 24 Ore -a Piazzale Lotto- costruito da uno dei
nostri più importanti architetti: Renzo Piano. 


Con essa si è voluto -6 anni fa- colmare un vuoto che non faceva onore alla capitale italiana dell’industria e del commercio. E che la formula
è indovinata lo dimostra il crescente numero di artisti che di anno in anno danno la propria adesione (all’edizione di quest’anno saranno esposte opere di oltre 100 tra pittori e scultori
di tutto il mondo), del costante aumento della presenza delle gallerie (saranno 60), dei (25) Media partner (arte, fotografia, design) e dei 28 stand allestiti per mostre personali e collettive
di artisti emergenti.


Ma accanto all’esposizione un ruolo importante vengono ad assumere oltre al Convegno Nazionale s (si svolgerà in tre giornate) su “Lo Stato dell’Arte” la 1.a edizione di Arte
Accessibile “Best Curator Pice Award 2012”
, la 2.a edizione di Arte Accessibile “Best Artist Price Award 2012” e la 3.a edizione del Concorso di fotografia culturale “Back
Stage”
riservato ai visitatori che con la propria portatile immortaleranno alcuni episodi o personaggi della mostra.


Per rendere ancora più interessante l’avvenimento sono stati programmati anche degli Appuntamenti enogastronomici, di Arte Performances e Spettacoli di Video Arte.


Da una parte i visitatori potranno scoprire i miracoli che si possono fare in cucina coi prodotti genuini e bio con degustazioni d’autore (nello spazio Aston Martin) e dall’altra scoprire le
nuove tendenze artistiche nelle sue varie forme sia letterarie che espositive come la Videoarte.


Uno spazio sarà riservato agli uomini del domani con i Laboratori (Sala Collina) e con percorsi ludici per permettergli di manifestare liberamente la propria vocazione.


Non siamo, come si può intuire di fronte ad una pura e semplice rassegna espositiva ma bensì in una fucina d’iniziative per avvicinare -in special modo come l’attuale momento di
arretratezza economica- il cittadino, molto spesso perplesso e timoroso, davanti alle tendenze di un mondo in completa trasformazione e dove l’ Arte povera ha acquisito un importante ruolo.


Significativa la presenza di personaggi che occupano posizioni di rilievo al Convegno su “Lo Stato dell’Arte”. Permetterà di meglio capire quello che al momento il “mercato
internazionale” offre e quali orizzonti potranno aprirsi per il futuro.


Il fatto che di queste cose se ne parli a Milano, che ospiterà l’Expo, -e tanto più nella sede del massimo quotidiano economico italiano- è una cosa molto importante: che
travalica lo stretto confine artistico per spaziare in campi che vanno dal creativo, al sociale, alla necessità di un più stretto legame tra il pubblico e il privato.


Gli orari di Arte Accessibile variano da giorno a giorno (ma sempre di pomeriggio)


Informazioni: www.arteaccessibile.com



Bruno Breschi
Newsfood.com





Leggi Anche
Scrivi un commento