A Genzano presentata la mostra «Paul Gauguin. Artista di mito e sogno»

Roma – Promuovere l’accesso ai linguaggi culturali e ai grandi eventi della Capitale, nasce con questo intento la presentazione della mostra di Paul Gauguin – in programma al Vittoriano
di Roma fino al 3 febbraio 2008 – prevista per oggi, 22 novembre alle ore 16 presso il museo dell’Infiorata di Genzano, alla presenza dell’assessore regionale alla Cultura, Spettacolo e Sport,
Giulia Rodano.

L’iniziativa prosegue il rapporto tra grandi istituzioni romane e territorio della regione: in questa occasione coinvolge il sistema bibliotecario dei Castelli Romani, rivolgendosi al pubblico
delle biblioteche, al mondo delle scuole e a tutte le realtà associative che operano nella promozione, nella valorizzazione del patrimonio artistico e nell’educazione all’arte di giovani
e adulti.

“L’obiettivo di questa iniziativa è promuovere i grandi eventi culturali nel territorio regionale” – ha dichiarato l’assessore regionale alla Cultura, Giulia Rodano – “Stiamo rafforzando
il rapporto tra le grandi istituzioni romane e il territorio regionale con grande vantaggio per tutti i cittadini del Lazio. Da un lato, infatti, portiamo nella provincia di Roma, e nel Lazio,
alcune tra le più importanti iniziative culturali che si svolgono nella capitale; dall’altro, lavoriamo per aumentare le opportunità dei cittadini di accedere ai luoghi della
cultura”.

E proprio per la mostra di Gauguin, la Regione ha messo a disposizione 5.000 biglietti gratuiti per gli insegnanti delle scuole superiori del Lazio. Le 21 biblioteche comunali del sistema
bibliotecario dei Castelli Romani, cui fa capo l’iniziativa, hanno peraltro l’opportunità di utilizzare il patrimonio di documenti e percorsi guidati della mostra multimediale “La
biblioteca dell’arte”, che la Provincia di Roma ha donato al Consorzio per farne una sorta di laboratorio permanente di educazione all’arte. In occasione dell’evento di oggi, verranno
distribuiti dalla Regione Lazio alcune centinaia di ingressi promozionali alla mostra del Vittoriano.

Leggi Anche
Scrivi un commento