Vino: Coldiretti Emilia Romagna, “mezze stagioni più qualità”

Vino: Coldiretti Emilia Romagna, “mezze stagioni più qualità”

Sono tornate le mezze stagioni: non è chiacchera popolare, ma il messaggio della Coldiretti, secondo cui le condizioni metereologiche porteranno ad uve mature e vendemmia di
qualità.

In prima fila, Coldiretti Emilia Romagna, i cui esperti elogiano “La normalità”, cioè un determinato andamento climatico-stagionale, cioè “Temperature estive non
eccessivamente bollenti ed escursioni termiche tra il giorno e la notte che hanno favorito un’ottima maturazione delle uve”.

Ultimo punto di controllo, le prossime settimane, per cui le previsioni parlano sempre di clima regolare: se allora sarà così, la regione potrà godere di una buona
vendemmia per tutti i tipi di vino.

Il programma non discosta da quello degli anni passati: prima le uve bianche, destinate allo spumante. Poi, le uve rosse, che verranno trasformate in Lambrusco, Sangiovese e Gutturnio.

In totale, spiega l’associazione, la vendemmia 2013 dovrebbe generare una produzione lorda vendibile di 400 milioni di Euro, con una crescita del 3-4% rispetto al 2012.

Inoltre, la vendemmia 2013 vedrà la crescita di una tendenza recente, quella della vendita diretta del vino. In Emilia Romagna, come in altre regioni, sempre più persone si
servono direttamente dal produttore, personalizzando l’acquisto e conoscendo meglio il territorio.

A riguardo, conclude Coldiretti, l’Emilia vanta un tessuto produttivo di 163 aziende che vendono vino, 26 botteghe e 164 mercati di Campagna Amica aperti in tutte le province.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento