Valutazione crisi idrica Campania e Molise

12 Dicembre 2007 – Riprende l’esame delle problematiche urgenti relative alla crisi idrica dell’Italia meridionale. Nel corso di un incontro convocato dal Ministero delle Infrastrutture,
al quale hanno partecipato il Ministero dell’Ambiente, la Regione Campania e la Regione Molise, sono state valutate le consistenze delle disponibilità idriche e le criticità
connesse all’attuale situazione di emergenza delle sorgenti del Biferno, che determina una riduzione delle portate immesse nell’acquedotto campano e nell’acquedotto molisano.

L’obiettivo è quello di garantire la migliore utilizzazione degli schemi acquedottistici destinati all’approvvigionamento della Campania e del Molise, assicurando la gestione condivisa
delle risorse, anche attraverso un accordo di programma da sottoscrivere ai sensi dell’art. 158 del decreto legislativo 156/06. Nel corso dell’incontro di lavoro, particolare attenzione
è stata posta sul tema dell’integrazione delle portate, evidenziando le soluzioni proposte negli studi di fattibilità concernenti il collegamento dell’invaso di Campolattaro
all’acquedotto campano e l’integrazione della portata dell’acquedotto della Campania occidentale dal fiume Volturno a Venafro.

Leggi Anche
Scrivi un commento