Ungheria: Vini, bollicine e spiriti italiani per l’aperitivo globale

Ungheria: Vini, bollicine e spiriti italiani per l’aperitivo globale

La proposta food & beverage della nota esperta di qualità sensoriale ed opinionista Eva Kottrova ai professionisti del comparto e ai titolari e gestori dei locali alla moda Ungheresi
e Slovacchi, che si affacciano al magico rito dell’aperitivo, si è svolta facendo conoscere una selezione accurata di vini, bollicine e spiriti italiani abbinati a eccellenze
territoriali presenti nei paesi dell’Est Europa.

Gli stage dimostrativi tenuti a Budapest, Sturovo, Komarno e Siófok sul lago Balaton, ha coinvolto professionisti del beverage ungheresi e slovacchi e la comunicazione attraverso i
canali del network netBárátnő ha puntato sull’aspetto aggregativo e sociale del rito radicato nel nostro Paese ma che si presenta a macchie di leopardo nei paesi della
Mitteleuropa con ben altre tradizioni.

La forte identità italiana che ha caratterizzato ogni preparazione ha suscitato un’alone di notevole interesse per alcuni vini e spiriti poco conosciuti nei territori oltrecortina e lo
scoprire abbinamenti ottimali con tipicità locali ha sicuramente fatto conoscere nuove possibilità di creare aree di business nell’economia gestionale dei pubblici esercizi.

Il piacevole connubio food & beverage tra le specialità territoriali autoctone e il nostro bere, calibrato su sparkling della tradizione e wine cocktail, ha creato una nuova
concezione di consumo dei prodotti italiani in paesi con forte propensione al rinnovamento degli stili di vita.

I nuovi modelli di vita emergenti propendono sempre più ad un approccio olistico del consumo per soddisfare le esigenze di una fascia di utenza attenta, cosmopolita e multietnica.

La promozione ideata dalla sommelier-barlady Eva Kottrova sarà ripetuta con lo stesso format anche in altri stati dove prossimamente proporrà il bere all’italiana in alcune
città cosmopolite delle economie emergenti e nei prestigiosi hotel iperstellati degli Emirati Arabi.

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento