Un’alimentazione ricca di grassi danneggia e riduce gli spermatozoi

Un’alimentazione ricca di grassi danneggia e riduce gli spermatozoi

Gli uomini che scelgono un alimentazione ricca di grassi mettono a rischio la loro fertilità, riducendo numero e qualità degli spermatozoi.

L’avviso proviene da una ricerca Harvard Medical School (USA), diretta dalla dottoressa Jill Attaman e presentata alla riunione annuale dell’American Society for Reproductive Medicine, tenutasi
a Denver dal 23 al 27 ottobre 2010.

In base al loro lavoro, gli scienziati hanno individuato due tipologie d’alimentazione.

Come detto, quella con i grassi provocava una riduzione e del decadimento degli spermatozoi. Gli studiosi offrono anche la black list per la fertilità: salami, salsiccia, prosciutto,
pancetta, latte e latticini. La dottoressa Attaman non ha peli sulla lingua: “Con questo studio, siamo stati in grado di dimostrare che negli uomini che hanno assunto quantità elevate di
grassi, come i grassi saturi e grassi monoinsaturi, vi era un’associazione con la diminuzione della concentrazione dello sperma”.

Adesso, le buone notizie. Seguire una dieta ricca di acidi grassi omega 3 ed omega 6 sostiene la fertilità in quanto rende gli spermatozoi più abbondanti ed efficienti.
Infatti, conclude la capo-ricercatrice, questo modo di nutrirsi “E’ stata associato con una migliore morfologia e motilità degli spermatozoi”.

FONTE: Jane Kirby “Men who eat lots of saturated fat ‘killing off sperm'”, Indipendent.ie, 28/10/010

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento