Ue: La Spagna soffia all’Italia il primato per il biologico

Ue: La Spagna soffia all’Italia il primato per il biologico

Roma – Per la prima volta l’Italia ha perso il primato europeo nella produzione biologica a favore della Spagna. Lo rende noto la Coldiretti, in occasione del Sana – Salone
internazionale del naturale
, nel sottolineare che la   superficie nazionale interessata alla coltivazione nel 2008 ha subito una riduzione del 12,8%, mentre il numero di produttori
é calato del 2,6%, nonostante l’aumento nei consumi del 5,4% per i prodotti bio confezionati, in base ai dati Ismea/Sinab.   

In Italia – sottolinea la Coldiretti – sono scesi a 42.037 i produttori di biologico mentre la superficie biologica coltivata si è ridotta nel 2008 a poco più di un milione di
ettari rispetto a quasi 1,3 milioni di ettari raggiunti dalla Spagna, di cui oltre la metà in Andalusia.   

E’ l’effetto – denuncia la Coldiretti – delle importazioni extracomunitarie di biologico che sono triplicate negli ultimi due anni e vengono spesso spacciate come Made in Italy per la
mancanza  dell’obbligo di indicare la reale origine in etichetta. Le importazioni da Paesi extracomunitari sono passate – sottolinea la Coldiretti – da 31 milioni di tonnellate del 2006, a
60 milioni di tonnellate del 2007 fino alle 90 milioni di tonnellate del 2008.   

Di fronte a questa situazione occorre intervenire – sottolinea la Coldiretti – introducendo al più presto il marchio del biologico italiano. Un marchio necessario anche per distinguere –
precisa la Coldiretti – la produzione italiana che resta totalmente esente da Ogm nonostante il fatto che la normativa comunitaria abbia previsto la anche i prodotti biologici livelli minimi di
contaminazione.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento