Influenza A, l’Emilia Romagna si prepara

Influenza A, l’Emilia Romagna si prepara

Come le altre regioni d’Italia, anche l’Emilia-Romagna deve confrontarsi con l’influenza suina. Per il prossimo futuro le previsioni sono pesanti: un milione di malati da virus H1N1, di cui
12.000 tanto gravi da richiedere il ricovero in ospedale.
Giovanni Bissoni, assessore alla Sanità, prova a smorzare i toni, (“Abbiamo fatto una stima volutamente pessimistica, per essere pronti a tutto. Ci prepariamo ad avere il 25% della
popolazione a casa con la febbre”) ma non riesce molto bene. Egli descrive infatti uno scenario in cui la pandemia colpisce il 25% della popolazione (contro il normale 10-12 dell’influenza
nostrana).

Gli esperti prevedono che il peggio arriverà tra novembre e dicembre; in quel periodo i ricoveri per la pandemia toccheranno quota 9000-9500, contro la media odierna di 8.000. Per far
fronte a ciò, la regione ha messo in piedi un piano straordinario.

Intanto i medici hanno riscontrato 410 casi accertati e 1269 casi possibili d’influenza A; tra questi le condizioni di quattro pazienti sono ritenute particolarmente preoccupanti.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento