Alla World Seed Conference di Roma viene sostenuto il bisogno degli Ogm contro la fame nel mondo

Alla World Seed Conference di Roma viene sostenuto il bisogno degli Ogm contro la fame nel mondo

Roma – La DuPont sostiene l’imperativo dell’incremento della produzione di cibo e sottolinea come tanto i geni ‘nativi’ che quelli geneticamente modificati sono necessari per sostenere
l’alimentazione della crescente popolazione.   

Alla seconda Conferenza Mondiale sulle Sementi (World Seed Conference) che si tiene a Roma, William Niebur, vice presidente della DuPont Crop Genetics Research & Development, ha detto che “garantire la sicurezza alimentare alla crescente popolazione mondiale è un imperativo morale. Coloro che
costituiscono nuove varietà di piante sono di fronte alla sfida di sviluppare soluzioni sostenibili e innovative, con nuovi approcci e tecniche per soddisfare la domanda futura”.
  
Le dichiarazioni di Niebur riflettono l’impegno recentemente annunciato da DuPont di focalizzarsi sui trend globali che stanno emergendo, tra cui la crescente produzione di cibo.
  

“Sappiamo che ci sarà chi vuole dibattere su metodi e processi, sulla scienza, o sulle nostre motivazioni; ma, come miglioratori delle colture vegetali, sta a noi fare tutto il possibile
per assicurare che nessuno muoia di fame” ha aggiunto Niebur.   

Le produzioni agricole dovranno raddoppiare entro il 2050 per nutrire più di 9 miliardi di persone, secondo la Fao. Dato che i terreni arabili disponibili e le risorse rimangono immutate,
o in alcune aree decrescono, si dovrà necessariamente aumentare la produttività.   

Secondo Niebur “per continuare a sostenere il forte ritmo di incremento genetico richiesto per nutrire il pianeta, i miglioratori di varietà vegetali debbono avere accesso ai migliori
talenti, professionisti ed energie per sviluppare soluzioni sostenibili che diano come risultato un aumento della produttività agricola”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento