Taranto, tutti uniti per una pepata di cozze da record

Taranto, tutti uniti per una pepata di cozze da record

Promuovere Taranto, far conoscere ed apprezzare la città ed il suo territorio, tramite il suo cibo più tipico: la cozza tarantina.

Questo lo scopo di una serie d’ iniziative che, dal 24 luglio arriveranno fino al 1 agosto.

Quel giorno, un’ enorme pepata di cozze sarà sottoposta al giudizio di un giudice qualificato che decreterà o meno il suo ingresso nel Guinness dei Primati.

L’ evento “Guinness World Record: la pepata di cozze piu’ grande del mondo”, sarà’ presentato in conferenza stampa a Taranto, sabato 18 luglio, alle 10,30, presso il Salone degli
Specchi del Palazzo di Citta’.

Interverranno: il sindaco di Taranto, Ippazio Stefano, il Capo di Gabinetto della Provincia, Cosimo di Gaetano, il Direttore Area Puglia Coop Estense, Antonio Bonucci e l’ Amministratore Unico
di Sviluppo Commerciale, Fabio Porreca.

L’ ideazione e la creazione della pepata sono invece a cura di Centro Mongolfiera Taranto e Coop Estense.

E, per chi volesse imitare (in maniera più ridotta) i tarantini ecco la ricetta della pepata di cozze pugliese.

Pepata di cozze

Ingredienti

* 1500 g di cozze

* 200 g di pomodori perini

* 50 g di olio d’oliva extra-vergine

* 1 bicchiere di vino bianco secco

* 1 costa di sedano

* 1 carota

* 3 spicchi di aglio

* 1 cipolla

* Prezzemolo

* 1 peperoncino

* Pepe nero

* 8 fette di pane casereccio del giorno prima

Preparazione

Pulite le cozze. Prima, ponetele sotto l’acqua corrente, eliminando le incrostazioni. Poi, riponetele in un contenitore, riempitelo d’ acqua pulita, ed agiate le cozze con un cucchiaio di
legno; ripetete l’ operazione, cambiando l’acqua quando sporca.

Infine, lasciate scolare le cozze.

Prendete i pomodori, bolliteli in acqua salata, scolateli e spellateli. Infine, tagliateli a pezzettini e tenete da parte.

Pulite tutte le verdure, aglio e cipolla comprese. Fate un trito e versatelo in padella, dove soffriggerà a fuoco lento.

A verdure passite, versate le cozze nel tegame, rimestando spesso e bagnando con vino bianco.

A cozze aperte, condite con i pomodori ed il peperoncino; poi proseguite la cottura.

A fine cottura, eliminate il peperoncino, versate le cozze in un piatto da portata e cospargetele di prezzemolo tritato e di un’abbondante macinata di pepe nero.

Guarnite con le fette di pane (precedentemente tostate in forno), irrorate di un filo di olio extra-vergine di oliva e servite in tavola.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento