Leggero, saporito ed attento a gusti e convinzioni personali: ecco il menù di Heinz Beck per le grandi del mondo

Leggero, saporito ed attento a gusti e convinzioni personali: ecco il menù di Heinz Beck per le grandi del mondo

Heinz Beck è uno dei cuochi più prestigiosi e di successo del panorama italiano ed internazionale.

Da quando ha iniziato come apprendista dei fornelli, ha scalato le vette del mangiare; attualmente è cuoco del ristorante La Pergola di Roma, tre stelle Michelin e nei top ten d’ Italia.

Oggi però, non contano tanto i suoi allori, quanto la sua missione: Heinz Beck è il cuoco che preparerà la tavola della Terrazza Caffarelli, un pasto riservato alle premier
dame del g8.

La forma è stabilita (Sei portate: aperitivo con stuzzichini vari; antipasto; primo, intermezzo, secondo e dessert), la sostanza tocca a lui.

Così per soddisfare le grandi ospiti, Beck ha deciso d’ iniziare con un piatto tipico della Capitale e regioni circostanti: carciofi fritti, assaggini di coda alla vaccinara, saccottelli
alla carbonara ma senza guanciale.

In alternativa,medaglioni di astice, bruschette con pomodorini e olive.

Oltre alla Città Eterna, con questo piatto Beck vuole onorare Michelle Obama, dichiarata amante del Made in Italy della tavola: per questo, ecco i saccottelli alla carbonara, seppur in
versione modernizzata.

Se il primo è ispirato alla first lady Usa, il secondo, filetto di vitella con carciofi in pastella, è basato sui gusti di Sara Brown, moglie del Primo ministro inglese;
Inghilterra a parte, però, il taglio di carne, saporito, tenero e leggero ha le carte in regola per piacere.

Per alcune ospiti, a causa di gusti personali o dettami religiosi, tale menù potrebbe essere non adatto.

Nessuna paura: il maestro chef ha fatto il possibile per adattarlo e, nel caso non dovesse andare bene (come per la la moglie del premier indiano, che è completamente vegetariana)
è pronta una selezione di cibi totalmente senza carne.

Ecco quindi insalata di asparagi e fragole con aceto di Modena invecchiato 50 anni; risotto alle erbe; verdure mediterranee in pasta croccante. E, ovviamente, carciofi fritti.

Per le signore che non si negano un buon bicchiere, ecco la lista dei vini: Berlucchi Franciacorta; bianco di San Vincenzo (Anselmi) Brunello di Montalcino (Biondi-Santi); Malvasia di Salina
(Conte Tasca). T

utto ovviamente di produzione italiana.

Nel ristorante La Pergola, il dolce è considerato il pezzo forte di tutto il pasto ed anche in questa occasione Beck non vuole smentire tale caratteristica delle sue preparazioni.

Ecco quindi il grand dessert: mini-porzioni di tiramisù, carpaccio di pesche con sorbetto, gelatine alle albicocche con bergamotto, irish coffee e praline di cioccolato ripieni di gelato
multi-gusto: mandorle e lampone. Servito in piedi; così, tra un boccone e l’altro, le signore potranno socializzare.

In conclusione, una nota dietetica: nonostante il numero ed il valore delle portate il pranzo è di breve durata (50-60 minuti) è di poche calorie.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento