Strada del Vino del Monferrato Astigiano, qualcosa si muove

Strada del Vino del Monferrato Astigiano, qualcosa si muove

E’ passato un anno. Ma, dopo la riflessione, torna ad attivarsi la Strada del Vino del Monferrato Astigiano (60 comuni
“astigiani” e 10 “alessandrini”).

Per cominciare, è arrivata la nomina a Coordinatore di Giuseppe Fassino, famoso per la sua collaborazione con la Bottega del vino di Moncucco torinese e per l’invenzione della
“Corriera”. Per dare notorietà alla Strada, Fassino gira per l’Europa, promuovendo le migliori etichette.

E poi, diverse calamite per i turisti. Durante la rievocazione della Torino-Asti-Alessandria-Torino, un aperitivo ha convinto i piloti a fare una deviazione sulle vie del Monferrato.

Ancora più importante, la nuova cartina stradale enoturistica, frutto del tandem studio Soletti (di Baldissero d’Alba) e la Corintea di Torino. Tra poco in distribuzione, la cartina
unirà un formato maneggevole (ripiegata diventa una sorta di biglietto da visita di 7×10 centimetri) ad una descrizione chiara e leggibile.

In scala 1:250.000 (quella delle celebri carte automobilistiche del Touring Club Italiano), la carta sarà centrata sul territorio che, ai confini est-ovest, va da Alessandria a Torino,
mentre, a quelli nord-sud, inizia da Casale Monferrato- Chivasso e finisce ad Acqui Terme.

Nella zona centrale, 4 colori diversi per i 4 percorsi della strada: percorso del Romanico, Terre di Aleramo, Colline Alfieri e Terre dei Santi. Sul retro del foglio, informazioni (italiano ed
inglese) su vini DOC e DOCG del Monferrato, i musei, i parchi naturali, le Botteghe del Vino, le fiere del tartufo e quelle del Gal del circuito “Ritorno alla Fiera”.

Altrettanto importante, il sito Internet, recentemente restaurato sempre da Corintea.

Al suo interno, strumenti utili come lo web mapping: mappe interattive, che tramite PC e smartphone, forniscono informazioni turistiche localizzate sul territorio. Infine, è in corso la
sperimentazione dei Codici QR, pensati per veicolare informazioni ai turisti sul territorio, e si è provveduto a realizzare 250 pannelli che i soci della Strada potranno esporre o
appendere.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento