Una “Torino DOC” del vino

Una “Torino DOC” del vino

120 vini, 4 grandi zone vitivinicole del territorio, 41 produttori selezionati: il vino piemontese minuto per minuto.

Questi alcuni numeri di Torino DOC 2012-2103, guida nata dal lavoro della Commissione degustazione per i vini DOC della provincia di Torino, attiva presso la Camera di Commercio
del capoluogo piemontese.

L’edizione appena uscita mantiene l’offerta del passato e la amplia con alcune novità.

Nelle sue pagine, ad ogni vino è dedicato una scheda. Sezioni d’approfondimento vengono dedicate ai territori più rappresentativi, come le quattro zone vitivinicole e la
Strada Reale dei Vini Torinesi.

Discorso simili per i vini più importanti, come l’Erbaluce DOCG di Caluso, le 6 DOC torinesi (Carema, Canavese, Freisa di Chieri, Collina
Torinese, Pinerolese, Valsusa), ed i 41 produttori considerati migliori. Da non dimenticare i 16 campioni giudicati “Eccellenti”.

Due capitoli a parte per le ricette e la conservazione del vino. Il primo offre “7 ricette per 7 DOC”, dagli ingredienti alla preparazione. Il secondo da informazioni sul vino a
360°, da come si prepara a come si conserva.

Ogni etichetta del testo è poi corredata di codici QR che legano pubblico ed azienda, facilitando il rapporto tra produttore e consumatore.

Inoltre, è vien e descritto il progetto di monitoraggio condotto dal Laboratorio Chimico Camera Commercio Torino, dove in vino viene studiato sia per le qualità
organolettiche che quelle chimiche. Secondo le analisi, i vini torinesi sono buoni e sicuri.

Il volume presenta attività e scopi dei partner: Federazione Alto Piemonte, Enoteca Regionale dei Vini della Provincia di Torino e del Laboratorio Chimico della Camera di commercio di
Torino.

SCARICA la guida “Torino DOC”

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento