Se i bambini nascono con il parto cesareo sono più a rischio allergie

Se i bambini nascono con il parto cesareo sono più a rischio allergie

Le modalià di nascita fanno la differenza. I bambini che nascono con parto naturale sono più protetti dalle allergie alimentari, mentre il parto cesareo li rende più
vulnerabili.

Lo dice una ricerca dell’Università Cattolica (sezione istituto di Microbiologia) di Piacenza, in collaborazione con con la Uoc di Pediatria e Neonatologia dell`Ospedale “Guglielmo da
Saliceto” di Piacenza e pubblicato sul “Journal of Nutrition”.

Gli scienziati hanno preso in esame 46 neonati: metà nati con parto naturale, l’altra metà con cesareo.

L’osservazione ha mostrato come i nati con taglio cesareo presentassero una microflora intestinale che rimane instabile a lungo: tale condizione, spiegano gli studiosi, espone il soggetto a
patologie immuno-allergiche ed all’aumento di peso.

I neonati passano infatti ad una condizione di sterilità (nell’utero materno) ad una di contaminazione, per la presenza di batteri. A questo punto, la presenza della microflora
intestinale del neonato varia a seconda di alimentazione, ambiente, e modalità di nascita.

Il lavoro dei ricercatori piacentini s’inserisce in un filone di studi che ipotizza come lo stato di partenza della flora batterica provochi effetti metabolici di lunga durata. Sopratutto, esso
influenza il sistema immunitario, rendendolo meno attivo in caso di ridotta stimolazione microbica durante l`infanzia.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento