Saldi: il Codacons manda gli ispettori nelle vie dello shopping

Con la partenza dei saldi, il Codacons sguinzaglierà i propri ispettori nelle vie dello shopping delle principali città italiane, a caccia di fregature e di commercianti scorretti
da smascherare e denunciare alle competenti autorità.

«Abbiamo deciso di istituire una task force di ispettori Codacons che, nei giorni dei saldi, si mischieranno ai cittadini in cerca di occasioni e buoni affari – afferma il Presidente,
Carlo Rienzi – Lo scopo è quello di evitare le solite fregature legate ai saldi, e aiutare i consumatori nei propri acquisti; a tal fine è possibile segnalare dubbi e
irregolarità all’indirizzo e-mail codacons.info@tiscali.it».

«Il nostro consiglio – prosegue Rienzi – è quello di girare per negozi prima dell’avvio dei saldi e, una volta individuato qualche capo di abbigliamento o delle scarpe di
gradimento, fotografarne con il cellulare il prezzo esposto sul cartellino in vetrina, per verificare poi i reali sconti praticati dai commercianti».
In ogni caso i saldi invernali 2008 faranno registrare ancora una volta un mezzo flop, come avvenuto negli ultimi due anni. La previsione del Codacons è di una riduzione dei consumi del
5 – 10% rispetto i saldi invernali 2007, con una spesa procapite che dovrebbe attestarsi attorno ai 125 euro, ma è bene rimarcare che solo il 50% dei consumatori potrà permettersi
di usufruire degli sconti stagionali.

Leggi Anche
Scrivi un commento