Reggio Emilia, Rassegna suinicola internazionale: la crisi degli allevamenti suini, sosteniamo gli allevatori italiani

Reggio Emilia, Rassegna suinicola internazionale: la crisi degli allevamenti suini, sosteniamo gli allevatori italiani

Siamo sicuri che Il Presidente della Commissione Europea Paolo De Castro ed il nuovo Ministro dell’Agricoltura e politiche Agricole Francesco Saverio Romano, non negheranno il loro
interessamento al problema degli allevatori suinicoli.

Riceviamo il comunicato e lo pubblichiamo invitando gli addetti ai lavori e la stampa interessata a partecipare all’incontro per poter informare in modo corretto i consumatori ed i
sostenitori del vero Made in Italy. Non è solo campanilismo ma è sopravvivenza delle nostre imprese e della nostra cultura, delle nostre famiglie.

Comprendiamo molto bene le esigenze della grande industria ma la decimazione delle piccole e medie imprese agricole ma non solo, non deve certamente essere la soluzione.

Non vorremmo che le parole di oggi di Guidalberto Guidi, presidente della Ducati ed ex vicepresidente di Confindustria, diventassero realtà.
Commentando le parole del presidente Emma Marcegaglia, il Dott. Guidi dall’alto della sua indiscussa autorevolezza, ha pronosticato la chiusura di almeno il 50% delle imprese italiane, entro 7-8
anni!!!
Anche se avesse esagerato, il suo allarme non è certo da ignorare. Tutti dobbiamo fare qualcosa e non dimenticare che l’agricoltura, ed il mondo che gli gira intorno, è l’indiscusso
motore del benessere di un popolo.
(L’Italia non ha neppure le materie prime, se non il turismo e l’arte come filoni da sfruttare)
Torniamo a sostenere le nostre imprese con programmi seri, invece di piantare pannelli nei campi!
Giuseppe Danielli

Da: CRPA SpA  
Data: 11 aprile 2011 16:23:48 GMT+02:00
Oggetto: Conferenze stampa CRPA alla Rassegna Suinicola Internazionale 2011
 
SOSTENIBILITA’ DEGLI ALLEVAMENTI A CADELBOSCO E COSTO DI PRODUZIONE DELLA CARNE SUINA, L’ANNUALE INDAGINE SULLA FILIERA

Per gli organi di informazione, il CRPA organizza due conferenze stampa
al 1° piano – sala 1 del palazzo uffici delle Fiere di Reggio Emilia
 
Giovedì 14 aprile alle ore 11.30
sulle “Soluzioni tecnologiche e operative per la sostenibilità territoriale degli allevamenti suinicoli – L’esperienza di Cadelbosco di Sopra”, in collaborazione con il Comune di
Cadelbosco.
Con l’obiettivo di tutelare le produzioni tipiche della zona e al tempo stesso creare le condizioni per garantire una convivenza sostenibile degli allevamenti zootecnici intensivi con la
popolazione residente, il Comune di Cadelbosco ha intrapreso insieme ad Arpa, Ausl, Provincia di Reggio Emilia, CRPA e Confagricoltura un percorso per arrivare a una sostenibilità
territoriale degli allevamenti suinicoli ARAS e Le Fontanelle in un contesto di edilizia residenziale diffusa. Il ruolo svolto da CRPA è stato fondamentale nell’individuazione di percorsi
di studio e predisposizione di progetti in grado di portare soluzioni efficaci. In particolare, è stata dimostrata la fattibilità di una linea di trattamento per: 1) il recupero
energetico in forma di biogas e la produzione di energia equivalente al fabbisogno annuo di 500 famiglie; 2) la riduzione fino al 50-60% dell’azoto contenuto n! ei liquami con la conseguente
diminuzione del rischio di carichi eccessivi di azoto sui terreni a salvaguardia della qualità delle acque sotterranee e riduzione delle emissioni di gas maleodoranti.

Venerdì 15 aprile, alle ore 11,30
presentazione dell’annuale indagine e dell’opuscolo CRPA Notizie su “Costo di  produzione della carne suina”, contenente anche il confronto con i principali Paesi produttori europei.
L’analisi dei costi, che verrà presentata nel dettaglio per kg di carne prodotta e per capo, e della redditività degli allevamenti suinicoli rappresenta un importante e atteso punto
di riferimento per il comparto. Dall’indagine risulta che nel 2010 i margini sui costi espliciti di produzione del suino pesante si sono sensibilmente ridotti. I ricavi inoltre non hanno
consentito di remunerare il capitale investito in azienda (interessi passivi) né di reintegrare le quote di ammortamento.

 
CHI E’  CRPA

Attivo dal 1972, il CRPA – Centro Ricerche Produzioni Animali mette la propria esperienza al servizio di privati ed enti pubblici nei settori agroalimentare e ambientale. Le finalità
precisate dallo …
Attivo dal 1972, il CRPA – Centro Ricerche Produzioni Animali mette la propria esperienza al servizio di privati ed enti pubblici nei settori agroalimentare e ambientale. Le finalità
precisate dallo statuto sono “la conduzione di ricerche e la realizzazione e la gestione di servizi, allo scopo di promuovere il progresso tecnico, economico e sociale del settore degli
allevamenti e di conseguire una generalizzata diffusione delle forme più avanzate di agricoltura ecocompatibile”. Società per azioni a maggioranza di capitale pubblico dal 1996, dal
1999 il CRPA ha trasferito parte delle proprie attività di ricerca e sperimentazione alla Fondazione CRPA Studi Ricerche onlus – FCSR. Alla Fondazione sono passate anche le relative
dotazioni professionali e strumentali, ma per lo svolgimento di specifiche attività è previsto lo scambio di personale e il supporto organizzativo.
Dal 2005 il CRPA è nell’Albo dei laboratori accreditati al Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca per svolgere attività di ricerca applicata per le
piccole e medie imprese (PMI).
Fa parte del CRPA uno sportello della Rete d’informazione europea Europe Direct (Europe Direct – Carrefour europeo Emilia). Inoltre il CRPA detiene una piccola partecipazione di TeTa (Centro
Italiano Servizi dalla Terra alla Tavola), per la quale svolge importanti attività di servizio e di CSA (Centro Studi Aziendali) di Bologna.

I SOCI CRPA
Nato come consorzio di enti locali a supporto del corso di laurea in Scienze della Produzione Animale di Reggio Emilia, all’inizio degli anni 90 il CRPA ha ottenuto dalla Regione
Emilia-Romagna il …
Nato come consorzio di enti locali a supporto del corso di laurea in Scienze della Produzione Animale di Reggio Emilia, all’inizio degli anni 90 il CRPA ha ottenuto dalla Regione Emilia-Romagna
il riconoscimento di Ente organizzatore della ricerca per il settore zootecnico.
La privatizzazione è avvenuta nel 1996, con una capitalizzazione attuale pari a € 1.851.350.
La compagine societaria è importante e negli anni si sta progressivamente ampliando, comprendendo istituzioni pubbliche territoriali ed economiche private, oltre ad organizzazioni
nazionali e locali di produttori del settore agricolo e zootecnico:

    •    Comune di Reggio Emilia
    •    Provincia di Reggio Emilia
    •    Provincia di Parma
    •    Provincia di Bologna
    •    Provincia di Modena
    •    Provincia di Forlì-Cesena
    •    Fondazione “Pietro Manodori” della Cassa di Risparmio di Reggio Emilia
    •    Camera di Commercio di Reggio Emilia
    •    Camera di Commercio di Parma
    •    Confederazione Nazionale Coltivatori Diretti
    •    Confederazione Italiana Agricoltori di Roma
    •    Confederazione Italiana Agricoltori dell’Emilia-Romagna
    •    Confederazione Generale dell’Agricoltura
    •    AIA – Associazione Italiana Allevatori
    •    ASSER – Organizzazione dei Suinicoltori dell’Emilia-Romagna
    •    ASSICA – Associazione Industriali della Carne
    •    ANAS – Associazione Nazionale Allevatori Suini
    •    PROINCARNE – Associazione Produttori Carni Bovine dell’Emilia-Romagna
    •    IREN Emilia SpA
    •    ASSOAVI – Associazione Nazionale Allevatori e Produttori Avicunicoli
    •    Consorzio del Formaggio Parmigiano-Reggiano
    •    Consorzio del Prosciutto di Parma
    •    Emilcap

Giuseppe Danielli
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento