Pavia: ecco la guida per i bambini con bisogni «speciali»

Pavia – Martedì 13 novembre alle ore 10:30, presso la Sala Tobia dell’Istituto Cairoli di Pavia in Corso Mazzini, si svolgerà la presentazione della “Guida per i genitori
di alunni con bisogni speciali – Opportunità per l’integrazione”, realizzata dal Glip (Gruppo di Lavoro Interistituzionale Provinciale) di Pavia.

Il Gruppo di lavoro interistituzionale provinciale per l’integrazione dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Pavia, con il supporto della Provincia di Pavia e la collaborazione dell’Ufficio
Scolastico per la Lombardia, l’Azienda Ospedialiera, l’Uic e l’Anffas, hanno editato questo opuscolo pensato appositamente per i genitori dei bambini e dei ragazzi con bisogni educativi
speciali per fornir loro informazioni e orientamenti sui diversi servizi presenti sul territorio.

E’ parso interessante collocare un tale momento di presentazione all’interno di un Istituto Medio Superiore della provincia, il Cairoli appunto, che forma gli educatori di domani: verranno per
questo coinvolte alcune classi.

La guida, a disposizione di tutte le scuole, verrà illustrata dal presidente del Glip Francesco Provinciali.

“Questo strumento che ritengo utile nella quotidianità di genitori ed operatori – precisa l’assessore alla Solidarietà sociale e parità della Provincia di Pavia, Annita
Daglia – penso anche possa essere emblematico di un impegno che tutti i rappresentanti del GLIP di Pavia, e dunque di tutte le istituzioni in esso rappresentate, hanno voluto testimoniare.
L’inclusione sociale, tra i miei primi obbiettivi, comporta lavorare per facilitare ogni percorso possibile, dal più diretto al più mediato, che renda a tutti accessibile la vita
nella società, in relazione con gli altri, e a partire dalle medesime possibilità.”

Proprio per introdurre nel modo più vivace ed interattivo queste tematiche, la giornata di Martedì 13 inizierà con la proiezione del film firmato da Filippo Ticozzi e
realizzato da “La città incantata produzioni audiovisive” (con un sostegno dell’assessorato provinciale) Lilli: 42 minuti di una storia di vita e cambiamento attraverso le vicende di un
ragazzo disabile intellettivo.

Un’ulteriore occasione di approfondimento e scambio sull’integrazione dei soggetti in maggiore difficoltà.

Leggi Anche
Scrivi un commento