Ostillio presenta «Itinerari d'autore in Puglia», guida turistica «d'autore»

Bari, 17 Ottobre 2007 – Presentato oggi dall’assessore al Turismo Massimo Ostillio il volume Itinerari d’Autore in Puglia, a cura di Eventi d’Autore, il volume è una vera e
propria guida turistica, con percorsi tra arte, cultura, artigianato e enogastronomia.

In Presidenza, oltre all’assessore, hanno partecipato anche Doriana Cisonno e Nanijska Carrieri, curatrici degli otto itinerari (in italiano e inglese) descritti da otto testimonial come Anna
Dello Russo, direttore editoriale di Vogue; Alessandro Piva, regista, Elisa Barucchieri, ballerina, Gianrico Carofiglio, magistrato e scrittore, Nicola Conte, musicista, Marilena Bonomo,
gallerista, Regina Gambatesa, designer di gioielli, Peppino Campanella, architetto e scultore. “Otto talenti artistici pugliesi, di fama nazionale ed internazionale a testimonianza di un
indiscusso risveglio culturale – scrivono i promotori dell’iniziativa – le loro emozioni narranti, i loro appunti di viaggio – veri e propri carnet de voyage – e insoliti scatti visivi e
fotografici accendono la curiosità del viaggiatore lasciando assaporare lentamente il profumo e i colori di Puglia”.

Le guide saranno distribuite in alberghi e masserie pugliesi a 4 e 5 stelle, in gallerie e musei, a tour operator,a agenzie di viaggio e durante le fiere di settore come la Bit. Insieme alla
guida, anche una raccolta di cartoline d’autore. L’obiettivo è quello della destagionalizzazione del turismo pugliese, ancora troppo ancorato al turismo balneare. “siamo su una buona
strada – ha dichiarato l’assessore Ostillio – la Puglia è l’unica regione meridionale che non ha subito decrescita di flussi quest’anno.

Tra gli obiettivi, rimane quello di una crescita senza strappi, supportando in modo adeguato i flussi turistici e l’incoming, proporzionando le attività per servizi di sempre migliore
qualità. Abbiamo avuto gli alberghi pieni per i ponti di Primavera e le previsioni sono ottimistiche anche per gli “short break” di autunno, quelli che si chiamavano una volta fine
settimana e ora diventano mini vacanze. Si tratta di confermare politiche che hanno reso la Puglia regione “alla moda”, con il segno più del 6% per i turisti stranieri come nel 2007.
Iniziative come quella della guida servono per attirare un turismo “colto”, curioso, attento alla qualità e che va coccolato con un plus di servizi e prodotti diversificati”.

Leggi Anche
Scrivi un commento