Omega-3: utili come farmaci, inutili se assunti con cibo

Omega-3: utili come farmaci, inutili se assunti con cibo

Gli omega-3 sono composti utili, in grado di schermare le arterie contro le malattie causate da arteriosclerosi e trombosi, come infarto ed ictus. Tuttavia, tali composti agiscono solo se
assunti sotto forma di farmaci (pillole o gel): se aggiunti ai cibi, in particolare latticini e margarina, sono (quasi) inutili.

Questo il verdetto di una ricerca dell’Università di Waningen (Paesi Bassi), diretta dal professor Daan Kromhout, pubblicata sul “New England Journal of Medicine” e presentata al
Congresso Europeo di Cardiologia a Stoccolma.

La squadra dell’Università di Waningen ha raccolto 5.000 volontari, tutti tra i 60 e gli 80 anni, dividendoli in due gruppi. Il primo gruppo ha consumato una dose di margarina con
l’aggiunta di omega-3, mentre il secondo gruppo si è limitato al consumo della sola margarina. I soggetti di entrambi i gruppi hanno consumato in totale circa 18 grammi di margarina al
giorno (l’equivalente di quanta se ne spalma su due fette biscottate).

Durante i 40 mesi di test, 671 pazienti (13,9% del totale) sono stati colpiti da infarto, arteriotrombosi od altra malattia, indipendentemente dall’aggiunta di omega 3 al cibo.

Sulla scorta di tali risultati, Kromhout e colleghi ritengono che l’assunzione di omega-3 in aggiunti ai latticini non offre nessuna protezione ai soggetti colpiti da infarto. Allora, gli
scienziati ipotizzano come la massima efficacia protettiva si ottenga assumendo omega 3 col cibo in dosi estremamente elevate o, forse più semplicemente, omega 3 sotto forma di farmaci.

In ogni caso, la buona difesa contro le malattie cardiovascolari parte dalla prevenzione. Spiega infatti Lidia Rota Vender, presidente dell’Associazione per la lotta alla trombosi Alt: “E’
fondamentale tenere sotto controllo i principali fattori di rischio: eliminare il fumo, non assumere alcool o droghe, ridurre il sovrappeso, tenere sotto controllo pressione, colesterolo e
trigliceridi”.

Fonte: Daan Kromhout, Erik J. Giltay, and Johanna M. Geleijnse for the Alpha Omega Trial Group,”n-3 Fatty Acids and Cardiovascular Events after Myocardial Infarction. A meta-analysis
of”, New Engfland Journal of Medicine, August 29 2010, (10.1056/NEJMoa1003603)

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento