Olio: Arriva la proposta di legge salva Made in Italy

Olio: Arriva la proposta di legge salva Made in Italy

Una vera e propria invasione di olio proveniente dall’estero si è verificata nel 2011 che è stato anche l’anno degli inganni e delle truffe che minacciano seriamente il
futuro dell’olio italiano, la cui produzione si è fortemente ridimensionata.

Per salvare un patrimonio sociale, ambientale ed economico del Made in Italy che garantisce salute, lavoro e reddito agli italiani viene proposta una iniziativa di legge popolare
“Norme per la qualità e la trasparenza della filiera degli oli di oliva vergini” finalizzata a favorire la crescita delle produzioni di qualità nel settore olivicolo e a
contrastare pratiche commerciali scorrette.

L’iniziativa è promossa da Coldiretti, Fondazione Symbola e Unaprol che hanno messo a punto un sistema di norme a tutela dei consumatori e della reale concorrenza tra le imprese, in
grado di preservare l’autenticità del prodotto, la veridicità della provenienza territoriale e la trasparenza delle informazioni.

L’appuntamento è per mercoledì 21 Marzo 2012 alle 10,30 al Centro Congressi Rospigliosi di Roma in Via XXIV Maggio 43 dove, oltre all’illustrazione della proposta di legge,
sarà presentato anche il primo studio sull’invasione dell’olio straniero in Italia nel 2011, evidenziati casi eclatanti di etichette illeggibili, ed effettuata una dimostrazione pratica
dei metodi di analisi qualitativa che si vogliono introdurre con la proposta di legge di iniziativa popolare per garantire le caratteristiche dell’olio in commercio.

Saranno presenti il presidente dell’Unaprol Massimo Gargano, il presidente di Symbola Ermete Realacci, il presidente di Federconsumatori Rosario Trefiletti e Maurizio Servili Ordinario
dell’Università di Perugia, con le conclusioni affidate al presidente della Coldiretti Sergio Marini.

www.coldiretti.it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento