OGM: Coldiretti, 8 italiani su 10 contrari al loro utilizzo

OGM: Coldiretti, 8 italiani su 10 contrari al loro utilizzo

OGM: se alcuni produttori sono favorevoli, gli italiani rimangono più che mai contrari.

E’ il messaggio di Coldiretti, basato su un sondaggio Ipr marketing, condotto in occasione della manifestazione per II Giornata mondiale contro gli OGM ed, in contemporanea, della raccolta per
il mais transgenico nel nel campo di Vivaro.

Per Coldiretti, i dati parlano da soli: 8 cittadini su 10 (il 76%) sono contro agli organismi geneticamente modificati, con una crescita superiore al 10% rispetto agli ultimi sondaggi.

A questo si aggiunge la situazione dell’Unione Europea, dove solo cinque Paesi su 27 (Spagna, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia e Romania) permettono OGM, con una superficie di 129.000
ettari di mais transgenico su una superficie coltivabile totale di 160 milioni di ettari coltivati, meno dello 0,001% del totale.

Perciò, conclude Coldiretti, introdurre OGM nelle campagne “E’ un attentato alla biodiversità del territorio, ma gli organismi geneticamente modificati (OGM) in agricoltura non
pongono solo seri problemi di sicurezza ambientale e alimentare, ma soprattutto perseguono un modello di sviluppo che e’ il grande alleato dell’omologazione e il grande nemico della
tipicità, della distintività e del Made in Italy”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento