'Nrangheta: sequestro beni, alcuni intestati a vittime usura

Erano ancora gestiti o intestati a vittime dell’usura i beni sequestrati stamani a presunti appartenenti ad una cosca calabrese nel corso di un’operazione, coordinata dalla Procura di Palmi, e
condotta congiuntamente dalla guardia di finanza e dalla polizia di Gioia Tauro con la collaborazione dei commissariati di Cittanova, Palmi, Polistena e Taurianova e il reparto di prevenzione
crimine di Rosarno.

Le indagini, secondo quanto e’ stato riferito, portarono ad accertare come gli affiliati al clan Bellocco, tutti legati fra loro da vincoli di parentela, hanno provveduto nel corso del tempo a
reimpiegare i proventi di usura ed estorsioni nell’acquisto di beni mobili ed immobili, molti dei quali intestati a prestanome. A rende difficoltoso l’accertamento e’ stato il fatto che per i
beni era stato utilizzato il sistema della scrittura privata non registrata.

Leggi Anche
Scrivi un commento