New York: Cinque grandi nomi della ristorazione Italiana sposano il progetto di Tenute Rubino

New York: Cinque grandi nomi della ristorazione Italiana sposano il progetto di Tenute Rubino

Dopo Svizzera e Canada, il progetto Vini di Puglia di Tenute Rubino tocca nuovamente il Nord America, sbarcando negli USA ed in particolare nella
città di New York, la grande mela, la città palcoscenico del mondo dove tutto ha inizio, nella moda, nella cultura, ed anche, ovviamente,
nella cultura alimentare e nella ristorazione di qualità.

Con l’arrivo della primavera e della bella stagione c’è voglia di nuovo e di nuove emozioni, anche a tavola, sorseggiando magari dei prelibati vini italiani di tradizione, dove
territorio e qualità d’origine sono essi stessi elementi di garanzia.

Per chi? Per quel consumatore, informato e colto, a cui piace sperimentare e andare un po’ più a fondo nella conoscenza del vino italiano di qualità, compiendo un viaggio nel
giardino enologico del Bel Paese, alla scoperta di vitigni e vini che hanno segnato la civiltà della vite in profondità e che, ancora oggi, riescono ad entusiasmare per
qualità e piacere.

Venite con noi e non perdetevi “I vini del Salento alla scoperta degli USA”, un ciclo di cene e degustazioni programmate, tra aprile e ottobre, in alcuni
ristoranti, tra i più rinomati e prestigiosi, della città di New York. La proposta è davvero prelibata: cinque grandi nomi della ristorazione Italiana sposano il progetto
di Tenute Rubino: i loro chef realizzeranno, per l’occasione, un menù speciale della cucina di tradizione italiana, studiati per esaltare la fragrante freschezza dei bianchi e l’elegante
corposità dei rossi, tutti del Salento, in Puglia, in quelle terre assolate e marine del tacco d’Italia. Cibo e vino stellare, rigorosamente italiano, proposto nelle cornici più
trend della cultura enogastronomica italiana a New York: Testaccio, Cacio e Vino, Ovest, Lievito e Ballarò le cinque firme d’alto rango coinvolte per i primi appuntamenti del tour negli
States.

Alcuni dei vini più rappresentativi di Tenute Rubino, selezionati appositamente per i palati newyorkesi, riempiranno i calici di questi ristoranti aderenti all’iniziativa in abbinamento
a prelibate sorprese gustative. Tenute Rubino, azienda agricola brindisina impegnata in una moderna viticoltura ed in un’enologia di qualità, rappresenta oggi una delle realtà
emergenti del vino pugliese. La mission di Luigi Rubino è centrata sulla valorizzazione dei vitigni della tradizione da cui prendono vita vini di territorio, legati alla terra e alla
civiltà della vite.

I vini selezionati sono tutti espressioni dei più amati vitigni autoctoni pugliesi: il Giancòla, un vino bianco da uve Malvasia bianca di grande piacevolezza e persistenza gusto
olfattiva, il Visellio e il Punta Aquila, entrambi da uve di Primitivo in purezza che regalano sensazioni profonde e complesse, il Torre Testa, da uve di Susumaniello, vino di punta
dell’azienda, aristocratico e dalla grande finezza e per finire lo squisito vino dolce naturale Aleatico. A sposare queste perle dell’enologia pugliese specialità tipicamente e
autenticamente italiane o menù di contaminazione gastronomica creati appositamente per esaltare l’aroma e il gusto unico di questi vini Mediterranei.

“Ringraziamo tutti i ristoranti e le enoteche – afferma Luigi Rubino, titolare dell’azienda vitivinicola di famiglia – che ci hanno onorato della loro collaborazione per questo progetto. E il
favore che hanno espresso nel’aprirsi alla nostra idea dimostra che i vini della fascia mediterranea stanno acquistando nel mondo sempre più riconoscibilità e importanza. I nostri
vini sanno veramente di Mediterraneo e di natura”.

  • 26 Apr & 3 May – Ovest – 513, 27th Street – NYC – www.ovestnyc.com
  • 27 April – Lievito – 581 Hudson Street – NYC – www.lievitopizzeria.com
  • 01 May – Ballaro’ – 77 2nd Avenue – NYC – www.ballaronyc.com

Gli eventi sono aperti al pubblico nei normali orari di servizio dei ristoranti.
Per maggiori informazioni visita il sito www.tenuterubino.com

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento