Neonati: più rischio allergie se nei primi sei mesi consumano solo latte materno

Neonati: più rischio allergie se nei primi sei mesi consumano solo latte materno

L’alimentazione dei neonati (o comunque dei bambini molto piccoli) è uno degli argomenti più complessi e dibattuti della nutrizione.Uno dei nodi della discordia è la
necessità o meno di dare un supporto al latte materno durante i primi 6 mesi di vita.

Una possibile risposta arriva da una ricerca dell’UCL Institute of Child Health (di Londra, Gran Bretagna), diretta dalla dottoressa Mary Fewtrell e pubblicata sul “British Medical Journal”.

La tesi del team UCL è chiara: l’alimentazione esclusiva di latte materno, privando cioè i piccoli di alimenti solidi, è pericolosa, in quanto portatrice di vari problemi
ed insidie.

Per cominciare, non fornisce le necessarie dosi di ferro, aprendo la porta ad allergie ed intolleranze alimentari. Inoltre, il consumare solo latte rende il bambino più refrattario ad
accettare sapori diversi, soprattutto l’amaro. Questo è il sapore degli ortaggi a foglia verde: un consumatore che non ne consuma (poiché non “addestrato” fin dai primi giorni)
segue una dieta sbagliata, pericolosamente incline all’obesità.

Le idee della dottoressa Fewtrell e compagni cozzano con quelle di una larga fetta di studiosi, che indicano nell’allattamento esclusivo fino ai 6 mesi l’alimento perfetto per i bambini, in
grado di potenziare la loro salute e di schermarli da infezioni.

Tuttavia, il messaggio della ricerca UCL trova sostenitori anche all’OMS pronto a rivedire le linee-guida sulla questione. In ogni caso, spiegano però i medici OMS, l’allattamento
esclusivo fino a 6 mesi è tassativo per le madri nei Paesi in via di sviluppo, dove l’accesso all’acqua pulita e ad alimenti sicuri per lo svezzamento è limitato.

FONTE: Mary Fewtrell et al.,”Six months of exclusive breast feeding: how good is the evidence?”, BMJ 2011; 342:c5955, doi: 10.1136/bmj.c5955

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento