Morto in rapina. Formigoni: «sicurezza, Governo decida»

Ho Chi Minh City, 13 nov «Con tutta evidenza c’è un problema di sicurezza enorme nelle nostre città, che soltanto la miopia e l’accecamento di precise parti politiche
riesce a non vedere».

Da Ho Chi Minh City dove si trova in missione istituzionale, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, commenta così la notizia della morte di Marzio Colturani, avvenuta
in seguito alla rapina subita nella sua abitazione milanese.

«Il cordoglio mio e di tutta la Regione Lombardia – prosegue Formigoni – va ai famigliari del dott. Colturani, nuova vittima della catena di episodi di aggressione e di violenza che nel
nostro Paese sembrano non avere mai fine».
«E’ più che mai urgente – sottolinea il presidente lombardo – che il Governo si decida a varare provvedimenti per la sicurezza all’altezza della gravità situazione e non
stravolti e resi inefficaci dal compromesso al ribasso con l’estremismo di sinistra».

«Il Governo – conclude Formigoni – si deve rendere conto che per i nostri cittadini la percezione dell’insicurezza costituisce il primo problema: il cittadino si sente indifeso, chi
delinque sempre più spesso di sente sicuro dell’impunità; nel Paese un tempo patria del diritto la certezza della pena è un miraggio lontanissimo. Una svolta seria non
è più rinviabile».

Leggi Anche
Scrivi un commento