Accolti dalla giunta piemontese gli emendamenti di FI contro la violenza alle donne

“La legge sulla sicurezza della Giunta continua a non piacerci, ma almeno per la violenza verso le donne abbiamo ottenuto l’accettazione dei nostri emendamenti”, così Mariangela Cotto,
consigliera regionale di Forza Italia, commenta l’esito dell’incontro, avvenuto oggi a palazzo Lascaris, con l’assessore Caracciolo, per conoscere su quali proposte dell’opposizione la Giunta
era disponibile a dare il via libera.

Il tutto in vista della ripresa del dibattito, domani e giovedì prossimo nell’aula di palazzo Lascaris, che dovrebbe portare al varo definitivo della nuova legge sulla sicurezza.
“Rispetto alla posizione annunciata in aula dall’assessore – dice Cotto – c’è stata in effetti una svolta. Caracciolo aveva detto che non era disponibile ad accogliere emendamenti, ma
evidentemente una settimana di riflessione ha portato consiglio. Così oggi la Giunta ha dato il proprio assenso ad alcune proposte migliorative dell’opposizione, che non modificano il
nostro giudizio complessivamente negativo sulla legge, ma che almeno consentono leggermente di migliorarlo”.

L’esponente azzurra ha ottenuto, in particolare, che all’articolo 4 della legge siano introdotti, fra i servizi che gli enti locali saranno chiamati ad attivare dietro sostegno della Regione,
anche l’assistenza psicologica e l’aiuto alle vittime dei reati, con particolare riferimento alle persone anziane, ai diversamente abili, ai minori e, appunto, alle donne.

“Inoltre – aggiunge Cotto – proprio alle donne, sole o con minori, saranno dedicati servizi specifici, per contrastare violenze o minacce, fuori e dentro la famiglia. I Comuni e i consorzi
assistenziali potranno avvalersi di appositi Centri Antiviolenza, inseriti tra gli strumenti di programmazione territoriale previsti dalla legge regionale sui servizi socio-assistenziali del
2004”.

Leggi Anche
Scrivi un commento