Mondello: “Occorre piano sviluppo infrastrutture per rilancio pmi”

«I dati di oggi – ha dichiarato il presidente di Unioncamere, Andrea Mondello – ci indicano tre cose. Il record delle iscrizioni ci dimostra chiaramente che nel nostro Paese e’ ancora
alta la voglia di fare impresa. Allo stesso tempo il record delle cessazioni mette in evidenza come la crisi economica internazionale e la crisi dei consumi abbiano provocato una durissima
selezione nel tessuto imprenditoriale colpendo particolarmente le piccole e piccolissime imprese.

Una selezione che al Sud appare ancora più severa, perché non solo sono aumentate le cessazioni, ma anche le iscrizioni risultano in flessione. Una sfiducia nell’intraprendere che
si inserisce in un quadro economico allarmante sul quale ho più volte richiamato l’attenzione della politica».

«Il saldo positivo e’ determinato interamente dalle società di capitale, indice di irrobustimento del nostro tessuto imprenditoriale. Per rendere competitivi i territori e far
crescere ulteriormente le imprese italiane e’ urgente, dunque, ridurre il costo della Pubblica amministrazione a carico delle imprese e rilanciare un piano di sviluppo delle infrastrutture per
colmare i ritardi con i nostri competitor».

Leggi Anche
Scrivi un commento