FREE REAL TIME DAILY NEWS

Milano, Giornata italiana dello Champagne … e non solo

Milano, Giornata italiana dello Champagne …  e non solo

By Giuseppe

GIORNATA ITALIANA DELLO CHAMPAGNE
GIOVEDì 8 OTTOBRE 2015
Hotel Principe Di Savoia, Milano

di Franco Vergnano
=
Gli Italiani, questa è la buona notizia per noi, quest’anno i Francesi li hanno superati quanto a produzione di bollicine. I cugini d’Oltralpe, però, festeggiano l’inclusione della regione della Champagne nel patrimonio dell’umanità dell’Unesco.

Una celebrazione che vede Milano come palcoscenico dove il Bureau du Champagne Italia, che rappresenta il Comité Champagne con sede a Epernay, ha fatto un primo bilancio sulla vendemmia 2015, iniziata il 29 agosto e conclusasi il 28 settembre. Lo stato delle uve è risultato eccellente; i mosti evidenziano una gradazione alcolica intorno al 10,5% vol. in media, con punte dell’11,5% ed una acidità totale di circa 7g/l. Parametri equilibrati che rappresentano la migliore premessa per le future cuvée.

L’Italia è il settimo mercato in termini di volumi: nel 2014 importate 5,8 milioni di bottiglie. Le cuvée speciali, top di gamma di ogni produttore, hanno conquistato il 5,9% del mercato italiano mentre i millesimati, ovvero i vini ottenuti da uve di una sola vendemmia, rappresentano il 7,5 % delle importazioni nel nostro Paese. A metà strada si situano gli champagne rosé con il 6,2% del mercato.

La giornata italiana dello Champagne non ha dimenticato i social con l’hashtag #giornatachampagne.

Franco Vergnano
Inviato Speciale
Newsfood.com

 

Annuale manifestazione “Giornata dello Champagne”, presso l’Hotel Principe di Savoia di Milano.
L’evento è organizzato dal Bureau Champagne in Italia, che rappresenta il Comité Champagne, l’organismo semipubblico istituito nel 1941 che riunisce tutte le maison e tutti i viticoltori della Champagne, che ha sede a Epernay.
L‘ Hotel Principe di Savoia, location dell’evento anche per quest’anno,  è uno degli alberghi più rinomati e prestigiosi di Milano. Gli ambienti, esclusivi ed elegantissimi, sono il luogo ideale per accogliere il raffinatissimo evento.

Contatti: Redazione Newsfood.com

 

NOTA DI CRONACA
(da: https://www.cronachedigusto.it/index.php?option=com_sppagebuilder&view=page&id=214

Giornata dello Champagne a Milano, pugno in faccia ad Andrea Gori da Franco Ziliani

on 08 Ottobre 2015. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 – Il caso

andrea_gori_pugno_in_faccia(Andrea Gori mostra il labbro spaccato. La foto postata su Facebook)

“Ziliani è un uomo di parola, pugno in faccia alla giornata champagne di fronte a testimoni, è brutto uscire di scena così”.

Così ha scritto Andrea Gori, sommelier e giornalista di Intravino e di Cronache di Gusto, sul suo profilo Facebook.
E Gori, che gestisce con il fratello Paolo la storica trattoria Da Burde a Firenze, racconta l’aggressione subita stamattina durante la Giornata dello Champagne da Franco Ziliani.
Ci sarebbe anche un video che ha immortalato il “fattaccio”.

foto_Franco Ziliani Franco Ziliani, giornalista pubblicista e curatore del blog Le mille bolle, in realtà sul suo profilo facebook aveva avuto un lungo scambio di battute proprio con Gori, promettendogli un pugno in faccia.

E Ziliani, a sua volta, sul suo profilo Facebook scrive così: “Su quello che è successo oggi e che mi ha visto, purtroppo, protagonista, non ho nulla da dire né da commentare. È successo, e sicuramente da un punto di vista puramente razionale ho sbagliato a comportarmi in quel modo e dovevo mantenere il self control e non creare turbative nell’ambito di una bellissima manifestazione alla quale ero stato invitato. E di cui ero, come tante persone che sono accorse, ospite. Qualcuno, nel raccontare strumentalmente l’episodio, ovviamente mi fa passare per cattivo e pazzo, senza chiedersi perché io mi sia comportato in quel modo, perché se uno fa certe cose e non è né pazzo, vuol dire che prima è accaduto qualcosa che l’ha indotto a reagire così. E bisognerebbe raccontarlo, soprattutto se chi racconta è un giornalista professionista.  Ma non importa. Io mi sento di scusarmi sentitamente, per il disagio arrecato, per quello che ho fatto, con gli amici Domenico Avolio, responsabile del Bureau du Champagne Italia, e a Thibaut Le Mailloux responsabile della Comunicazione del Comité Champagne. Ho sbagliato nei loro confronti e della bella manifestazione che hanno organizzato con ogni cura. Il resto è vita e mi auguro sarà d’insegnamento a chi pensa che possa insultarmi, diffamarmi, affermare il falso sulla mia persona, senza pagare pegno. Qualcuno ha capito, sulla propria pelle, che sono un uomo di parola e che non mi si può insultare impunemente… E se lo si fa… Buona serata e viva lo Champagne”.

L’episodio a Milano, come detto, davanti a numerosi testimoni. Gori si è fatto medicare al Fatebenefratelli per le prime cure e ha dichiarato di voler procedere a propria tutela nelle sedi opportune.

C.d.G.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: