Mele, i cambiamenti del clima le rendono meno croccanti e più dolci

Mele, i cambiamenti del clima le rendono meno croccanti e più dolci

I cambiamenti del clima interessano diverse specie vegetali: tra queste le mele, che vedono ridotta la croccantezza ma aumentata la dolcezza.

E’ il responso di una ricerca della National Agriculture and Food Research Organization (Tsukuba, Giappone), diretta dal dottor Sugiura Toshihiko e pubblicata da “Scientific Reports”.

Gli scienziati hanno scelto un perido preciso (anni ’70-oggi) e due specie definite: le mele Fuji, la più coltivata del mondo, della prefettura di Nagano (Giappone centrale), e la
Tsugaru, dalla fioritura ritardata, presente nella prefettura di Aomori (Giappone Settentrionale).

In base ai test, le mele moderne hanno caratteristiche diverse dal passato: la croccantezza e l’acidità erano ridotte ( tra meno &% e meno 30%) ma era aumentata la dolcezza (
+10%).

Secondo Sugiura, il cambiamento non è stato percepito dai consumatori, in quanto avvenuto in maniera graduale: tuttavia, se fosse possibile confrontare una mela di oggi ed una di
quarant’anni fa, la differenza risulterebbe netta. Riguardo al perchè, il capo ricercatore punta il dito sui cambiamenti climatici: l’aumento delle temperature provoca fioritura
anticipata e cambiamenti nel frutto, in maniera simile a quanto avviene per altre specie, come l’uva e l’acero.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento